Scuba

Dj-Kicks

2011 (!K7) | elettronica, dance

Paul Rose, dj e producer londinese da oltre un decennio affermatosi col nome d'arte di Scuba, è sempre stato precursore dei tempi. Esordiente nella prolifica scena trip-hop/2s-tep inglese a cavallo tra i due millenni, ne prese presto le distanze per plasmare di fatto il movimento glitch-hop della prima metà degli anni Zero, prima di levare le tende e piazzarle a Berlino quando ancora non era la capitale mondiale della techno. Qui ne è divenuto negli ultimi anni uno dei deus ex machina, animando le folli notti del Berghain con Marcel Dettmann e compagnia bella e scoprendo una gran quantità di talenti, poi prodotti dalla sua etichetta, la Hotflush.

La teutonicità acquisita dal suo tocco sui piatti è ormai tanto assorbita che anche su quello che di fatto è un lungo dj set di pezzi non propri (a parte "M.A.R.S." e "Adrenalin", rianimate di spirito deep) sotterra del tutto le radici dub della sua musica. Questo "Dj-Kicks", il diciassettesimo della serie voluta dalla storica etichetta !K7 con i grandi della musica elettronica per commemorare il venticinquesimo anno di attività, ci porta allo Scuba ai piatti nei club del sottobosco berlinese. Quello portato a spingere sui ritmi da ballo della techno della capitale, ma che non rinuncia ad abbracciare tutto lo spettro sonoro dell'elettronica.

Un'ora e un quarto da spararsi tutta d'un fiato, nel quale si viene accolti dai veleggiamenti ambient di "HF029B2" di Sigha e "For Tonight" di DBridge. Il ritmo si fa incalzante dall'oscurità pulsante di "Lost Highway" di Badawi e non molla le membra fino alla coda cosmica di "Inside" di Sepalcure.
In mezzo, di tutto e di più. Dalla sospensione jungle della "Sun Dance" di Peverelist alla techno più scura di Dettmann con la sua "Captivate" passando per le acidità Nineties di "Acid Battery" di Boddika e per una versione ectoplasmatica della hit che fu di Corona "Rhythm Of The Night", Scuba saltella di palo in frasca riuscendo però a legare i pezzi con assoluta fluidità, maneggiando con dovizia i tanti colori sulla sua tavolozza.
È solo musica dance, obietteranno i detrattori. Ma questo "Dj-Kicks" è in realtà un vero caleidoscopio sullo stato dell'arte elettronica dance più avanguardista. Per chi va oltre la disco music.

(14/12/2011)

  • Tracklist
  1. Sigha - HF029B2
  2. Surgeon - The Power Of Doubt
  3. DBridge - For Tonight
  4. Badawi - Lost Highway (Incyde Remix)
  5. Peverelist - Sun Dance
  6. Until Silence - The Affair
  7. Addison Groove - An We Drop
  8. Roska - Leapfrog
  9. Trevino - Shorty
  10. Beaumont - CPX11
  11. Function - Two Ninety One
  12. Braille - Breakup
  13. Quest - Everybody In The Place
  14. Sigha - Let Me In
  15. George Fitzgerald - Shackled
  16. Jon Convex - Streetwalk
  17. Mr Beatnick - Don't Walk Away From My Love
  18. Boddika - Acid Battery
  19. Marcel Dettmann - Captivate
  20. Arkist - Rendez-Vous (SCB Edit)
  21. Locked Groove - Drowning
  22. Recloose - Tecumseh
  23. Sigha - Where I Come To Forget
  24. Sex Worker - Rhythm of the Night
  25. Scuba - M.A.R.S.
  26. Jichael Mackson - Gedons
  27. Rivet - Running S
  28. Recondite - Backbone
  29. Ludovic Vendi - Mental Bright
  30. Rivet - Slant
  31. Scuba - Adrenalin
  32. Sepalcure - Inside
Scuba su OndaRock
Recensioni

SCUBA

Claustrophobia

(2015 - Hotflush)
Paul Rose spiega la techno alle masse nella prova della maturità

SCUBA

Personality

(2012 - Hotflush Recordings)
Il ritorno di Paul Rose all'insegna di un misto tech-house

SCUBA

Triangulation

(2010 - Hotflush Recordings)
Paul Rose, aka Scuba, si immerge nei profondi e alienanti fondali di dubstep e techno ..



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.