Balthazar

Rats

2012 (PIAS) | alt-pop, art-pop

Europa in subbuglio: almeno in questa sede, non per motivi attinenti alla profonda crisi che ha investito gran parte del Vecchio Continente, ma per ragioni ben più piacevoli e stuzzicanti. Se i due baluardi Regno Unito e Scandinavia rimangono incrollabili e continuano a dettar legge sulle sorti in musica di gran parte del continente, il fiorire e il rifiorire di “scene” nazionali che hanno subito un discreto ridimensionamento nel corso del tempo (Francia e Germania in primis) mostra interessanti alternative e approcci particolari ai più disparati linguaggi musicali, dribblando con prontezza riferimenti e mostri sacri.
Fa piacere quindi notare che in quel piccolo triangolino che raggruppa Olanda, Belgio e Lussemburgo stiano spuntando con costanza musicisti di ogni tipo, capaci di attirare le orecchie di un pubblico tutt'altro che limitato alla loro realtà nazionale.

Musicisti come i Balthazar ad esempio, che dalla loro Kortrijk avevano già tentato la zampata al riconoscimento internazionale due anni orsono con “Applause”, debutto che seppur acerbo li poneva già sotto i riflettori come una potenziale next big thing, dalle ambizioni tutt'altro che modeste. Non ha tardato troppo ad accorgersene la Play It Again Sam (responsabile da quest'anno della diffusione dei lavori di un altro belga, The Bony King Of Nowhere), che li ha accolti sotto la propria ala e li ha accuditi con cura, lasciando loro il tempo necessario a ricaricare le pile e ideare il seguito di un debutto tutto sommato da rivedere.
“Rats” è proprio quel seguito, e porta indubbiamente impresse le stimmate di una crescita che ha coinvolto la band nell'intimo. Alleggeriti gli arrangiamenti, snellite le sezioni ritmiche, il gruppo non si è tirato indietro nell'affrontare un discorso decisamente differente rispetto ai pronostici, approdando in meno di due anni a riconfigurare (quasi) del tutto il proprio tracciato artistico.

Ed è innegabile che un tale ripensamento abbia giovato in modo significativo ai cinque. Senza per forza tirare in ballo l'accresciuto riscontro commerciale della prova, a guadagnarci è la scioltezza nell'amministrare e nell'incorporare le più disparate fonti d'ispirazione in un corpus mutevole ma coerente, che potesse muoversi nella modernità ma al contempo giocare la carta del fascino retrò. Nostalgiche effusioni da chanson d'altri tempi (“Sinking Ship”), pimpanti numeri soul-pop (“Do Not Them Claim Anymore”), impressioni “balcaniche” (la più condoniana “Joker's Son”) colpiscono per l'assoluta coscienza nel gestire una sostanza sonora ridotta al minimo essenziale eppure sempre cangiante, in cui anche uno svolazzo d'archi o una semplice linea di basso possono ambire ad essere veri protagonisti.

Alla fin fine, è infatti proprio nelle suggestioni ordite dal suono, nei ripetuti mutamenti intrecciati da una strumentazione in punta di piedi, che si traduce la buona maturazione della band, ancora impacciata talvolta nell'ideare brani che riescano ad essere più incisivi anche sul versante melodico (come nell'incedere desolato di “Any Suggestion”, fin troppo poco convinta a partire dalla stanca interpretazione di Maarten Devoldere).
Nel complesso però, al di là di qualche ovviabile eccesso verso tentazioni arty, il sophomore dei Belgi sa il fatto suo e ben si difende (l'irresistibile tocco dreamy di “Later” è quanto di meglio abbiano saputo realizzare finora), lasciandosi assaporare lentamente, nella tranquillità della propria stanza. Individuata la nicchia sonora a loro congeniale, resta loro “soltanto” il compito di sbocciare con canzoni più efficaci.

(14/11/2012)

  • Tracklist
  1. The Oldest Of Sisters
  2. Sinking Ship
  3. Later
  4. Joker's Son
  5. The Man Who Owns The Place
  6. Lion's Mouth (Daniel)
  7. Do Not Claim Them Anymore
  8. Listen Up
  9. Any Suggestion
  10. Sides


Balthazar su OndaRock
Recensioni

BALTHAZAR

Thin Walls

(2015 - PIAS)
Il ritorno del quintetto belga prova a perfezionare la formula tracciata con “Rats”

Balthazar on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.