Tomografia Assiale Computerizzata

Tomografia Assiale Computerizzata (ristampa)

2012 (Officina Fonografica Italiana) | industrial, post-punk, impro

“Le nostre truppe
Operano nella regione del sogno
Nelle condizioni della guerriglia”
(Cit. W.S.Burroughs)

Il gruppo nato nel 1981 a Parma e formato da Simon Balestrazzi, Andrea Azzali, Giorgio Barbuti, Gianpaolo Terenziani e Fabio Cortesi mostra in questo suo secondo Lp (uscito in origine per la storica Azteco Records, nel 1983) uno dei più interessanti capitoli sperimentali legati all’industrial italiano.


Amanti di una improvvisazione quasi dadaistica, che sapeva cucire insieme l’ìmmaginario ironico e irriverente degli Area quanto dei Residents, i TAC hanno saputo fondersi con le nuove derive di elaborazione sonora proveniente da Oltremanica. Cut-up sonori, campionamenti a nastro, sintetizzatori rotti e strutture disarmoniche e barcollanti, in bilico tra un funk/post-punk e avant-rock, facevano da corpo ritmico e drogato per testi post-moderni e irreali, dai significati frammentati.
Un’operazione profonda e articolata di guerriglia cerebrale, o meglio, di sperimentazione neuro-linguistica. Un processo di vivisezione concettuale, di destrutturazione della realtà armonica e del linguaggio, che è volto alla produzione di nuovo significato.

Questa visione si sublima in suite psichedeliche industriali come “Onde Corte” e “Quasi Pieno” in cui basso, synth e voce si accavallano in una nevrosi psicopatica, nei toni quasi dark-ambient plumbei e rugginosi che fanno da ponte interno ai brani, senza dimenticare le citazioni letterarie a Carlos Castaneda (oltre al caro Burroughs) e a frenesie rumorose di stampo no wave che rendono ancora più acido e asimmetrico un disco dalla pelle in continua mutazione.


“TAC” è un’opera sicuramente di difficile catalogazione e bisognosa di un ascolto ripetuto per essere apprezzata nei suoi tanti livelli di lettura e interpretazione. Portatrice sana di una patologia neuronale in piena crescita, rappresentava una breccia culturale e mentale all’avanguardia ancora oggi meritevole di riscoperta e studio.

P.S. La ristampa qui presentata dalla neonata label OFi (joint venture tra Silentes e Spittle Rec) vanta non soltanto una maniacale cura nella masterizzazione e trattamento del materiale originario, ma altre cinque tracce non presenti nell'originaria edizione in vinile. Il livello delle composizioni è eccellente e in linea con il corpo centrale del disco.

(28/11/2012)

  • Tracklist
  1. Un Umido Motivo
  2.  I Sette Piani Dell'Esperienza
  3. Cerco Lavoro / Microprocessore
  4.  Citocromo
  5. Onde Corte
  6. Autistico
  7. Percussioni
  8. Introdotta La Scrofa Nel Mattatoio
  9. Quasi Pieno
  10. El Motel Electrico
  11.  49° Parallelo

Bonus Tracks

  1. Collezione Autunno- Inverno
  2. Moduli e Sottomoduli
  3. Percussioni (alternate)
  4. Contatto
  5. Inverno a Stettino
Tomografia Assiale Computerizzata su OndaRock
Recensioni

TOMOGRAFIA ASSIALE COMPUTERIZZATA

Chaosphere

(2013 - Old Europa Cafč)
Dentro una sfera di suono orbitale e introversione psicotica

TOMOGRAFIA ASSIALE COMPUTERIZZATA

Senza Titolo

(2011 - Sometimes)
Un interessante progetto italiano, all'incrocio tra wave, spirito residentsiano e performance industriale ..

Tomografia Assiale Computerizzata on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.