Danny & The Champions Of The World

What Kind Of LOve

2015 (Loose Music) | country-soul

Da vent’anni l’australiano Danny Wilson vive il suo sogno musicale tutto americano, prima mettendo a ferro e fuoco il country-rock con la band dei Grand Drive (messa in piedi in Inghilterra col fratello Julian) e poi abbracciando il white-soul con i Danny & The Champions Of The World, formazione giunta già al quinto capitolo discografico con “What Kind Of Love”.
Tra citazioni di Sam Cooke, Gladys Knight e Staples Singers da un lato, Rod Stewart, Allman Brothers, e Frankie Miller dall’altro, Danny e compagni mettono in piedi un piacevole mix di r&b e country-roots, con sonorità che suonano familiari ma mai leziose, il tutto impreziosito da una registrazione live in studio che aveva già sottolineato il precedente “Stay True” come il miglior album di Danny dai tempi dei Grand Drive.

“What Kind Of Love” ripropone le stesse coordinate, con canzoni leggiadre e poco malinconiche, che si allineano alla grande tradizione del pop-soul britannico con Dexys Midnight Runners e Graham Parker in prima linea. Una volta lo si chiamava pub-rock per la sua sensualità da working-class e per il tono sempre amabilmente grezzo e naif.
Una musica dove si percepisce tutta la bravura della band senza che assoli o eccessi ritmici e lirici ne amplino il pathos, puoi trovarci le pulsioni rock’n’roll che ispiravano i primi Dire Straits (“Words On The WInd”) o il soul in bianco e nero che fece la fortuna del vecchio Rod (“Just Be Yourself”).

E’ un album in verità poco innovativo e a volte eccessivamente calligrafico, “What Kind Of Love”, si resta spesso in balia di continui flashback emotivi, che non rendono merito al disco nel suo insieme, ed ecco che, tra l’ ottimo folk-soul alla Bob Dylan di “This Is Not A Love Song” e il dirty soul-funky della vibrante “It’ll Be Alright In The End”, si rischia di perdere l’orologio temporale, per essere scaraventati in un’era dove album del genere erano all’ordine del giorno.

Per tutti coloro che hanno avuto la fortuna in passato di appassionarsi a personaggi di culto come Frankie Miller o Terry Reid, c’è però molto di cui godere nel nuovo album di Danny & The Champions Of The World: i fiati in perfetto stile celtic-soul di “Clear Water”, il periglioso riff della country-ballad “Precious Cargo”, il funky-soul di “Can I Change My Mind” o il suono quasi Motown di “Thinking About My Friend”.
Le dieci tracce di “What Kind Of Love” sono sempre stimolanti e ricche di swing, tanto da farsi perdonare qualche piccolo peccato veniale, è una musica priva di quella spocchia e quella magniloquenza sonora e produttiva che sembra essere imperante anche nelle band retrò, qui l’amore per certe atmosfere e quel zuccheroso white-soul è genuino e puro.

Anche se non c’è molto da consegnare ai posteri, restano almeno tre o quattro canzoni da ascoltare in sottofondo per alleviare il calore estivo e renderlo più tollerabile. E se poi, giunti alla fine, la grazia maliziosa di “The Sound Of A Train” vi dovesse spingere al replay, non preoccupatevi: questa è musica da consumare.

(21/07/2015)

  • Tracklist
  1. Clear Water
  2. Precious Cargo
  3. This Is Not A Love Song
  4. Can I Change My Mind
  5. What Kind Of Love
  6. Words On The Wind
  7. Just Be Yourself
  8. It'™ll Be Alright In The End
  9. Thinking About My Friend
  10. The Sound Of A Train




Danny & The Champions Of The World on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.