Ascanio Borga

Raw Science

2016 (Sonic Boundaries) | dark-ambient

"Altered States" (2015) attestava la rentrée di Ascanio Borga dopo qualche anno di silenzio. Nonostante fosse persino un doppio cd con brani di buona levatura che ricapitolavano la sua carriera fino ad allora, la palma di disco più ambizioso va al di poco successivo "Raw Science", con cui in qualche modo ricomincia il suo percorso all'insegna di un radicalismo cacofonico.

"Porta alchemica" inizia con una vibrazione ultragrave da far sanguinare i timpani. Segni concreti, scricchiolii, arpeggi, trambusti si aggiungono al gorgo (gli ultimi segni di umanità inghiottiti da un buco nero) che s'ingigantisce fino a trasformarsi in immane emissione di energia radiante e magmi incandescenti: un gran finale wagneriano. "Azoth" è dapprima un inno siderale intonato da voci in una cometa buia. Un organo tenta di darvi un accompagnamento musicale, finché il creato accetta di condividerne l'intonazione mesta, ma tutto è sconvolto a forza da un uragano radioattivo e affossato da una sequela di detonazioni termonucleari.
All'inizio, "Prima materia" si crogiola in una stasi elettronica con minor tensione; la scena la ruba poco dopo un mantra abrasivo Whitman-iano con una massa critica che si espande di secondo in secondo, fino a evocare - per stordimento subliminale - una gigantesca festa tribale.

Incline alla divagazione metafisica, il compositore ambientale romano immette nei suoi crescendo altrettante collere cosmiche, finali di storia (del mondo) che ricominciano ogni volta da capo, dotati sia di autonomia indipendente che di coerenza interna. Un'esperienza sonica da immersione ad alto volume, fiaccata appena dalla title track (diciassette minuti in tre parti), episodica e didascalica, densa come e più delle altre solo nei primi minuti (una cascata assordante di gas e acque). "Every phase of music production is not separate from the others, as the whole process can be repeated several times, in any order, following a non-linear pattern" (Borga). Tre anni di lavorazione.

(06/10/2016)

  • Tracklist
  1. Porta alchemica
  2. Prima materia (Process Study #1)
  3. Raw Science
  4. Azoth
Ascanio Borga su OndaRock
Recensioni

ASCANIO BORGA

Altered States

(2015 - Sonic Boundaries)
Il compendio visionario del compositore ambientale romano

Ascanio Borga on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.