Gruppo Improvvisazione Nuova Consonanza

Gruppo Improvvisazione Nuova Consonanza (ristampa)

2016 (Schema) | contemporanea, avantgarde

Accogliamo con piacere questa recentissima ristampa, da parte della milanese Schema, del primo album ufficiale del Gruppo Improvvisazione Nuova Consonanza, uscito originariamente per la Rca esattamente cinquant'anni fa. Fondato a Roma nel 1964 dal coraggioso Franco Evangelisti, insieme a Mario Bertoncini, Ennio Morricone e Ivan Vandor, questo ensemble si pose da subito come un gruppo di ricerca sperimentale, dove l'improvvisazione collettiva ricopriva il ruolo principale. Furono tra i primi in assoluto a livello internazionale a muoversi in tale ambito.

Questo omonimo primo album è già un frutto abbastanza maturo (del resto, sia Evangelisti che Morricone non erano certo degli sprovveduti dilettanti) che mette in piena luce tutta l'estetica (non) musicale del gruppo.
Molti stenteranno a riconoscere il Morricone comune al grande pubblico (ricordiamo che in quello stesso anno il grande compositore romano scrisse la melodia di "Se telefonando" di Mina e diverse colonne sonore di spaghetti western) nelle pure astrazioni sonore di "Improvvisazione per otto", "Trio per violoncello, tromba e lastra di cristallo" e "Trio di fiati".

Non è un caso che all'album partecipi attivamente un allora ancora sconosciuto Frederic Rzewski (che da lì a poco fonderà un altro fondamentale ensemble sperimentale, i Musica Elettronica Viva, prendendo spunto proprio da questa sua esperienza italiana al fianco di Evangelisti), ed effettivamente ascoltando con attenzione "Improvvisazione per cinque" si scorge il futuro musicale dei MEV (ma anche della Globe Unity Orchestra), solo un poco meno caotico e più ragionato. "String Quartet" e "RKBA 1675/I" non sono dissimili dalle provocazioni dadaiste di Walter Marchetti (quello di "In Terram Utopicam", specialmente), anche se con un approccio decisamente meno barbaro e truce.

La musica puramente casuale del gruppo assume tonalità da thriller nella bella e affascinante "Cantata", pezzo che Morricone riciclerà più in là in qualche sua colonna sonora di giallo all'italiana. L'unica composizione che si può accostare alla musica seriale è "Quartetto".

Franco Evangelisti, che aveva già alle spalle composizioni assai innovative come l'azione scenica "Die Schachtel" (1962), "Random or not Random" (1958) per orchestra, "Aleatorio" (1959) per quartetto d'archi e il pezzo elettronico "Incontri di fasce sonore" (1957), con il Gruppo Improvvisazione Nuova Consonanza potè esprimere al meglio le sue attitudini prettamente anti accademiche (con l'apporto insospettabile e non secondario di Morricone).
Gli AMM e tutti gli altri ensemble similari prima citati partono da qui.

(05/08/2016)

  • Tracklist
  1. Improvvisazione per otto
  2. Trio di fiati
  3. String Quartet
  4. Improvvisazione per cinque
  5. Quartetto
  6. Trio per violoncello, tromba e lastra di cristallo
  7. RKBA 1675/I
  8. Cantata




Gruppo Improvvisazione Nuova Consonanza su OndaRock
Recensioni

GRUPPO IMPROVVISAZIONE NUOVA CONSONANZA

The Feed-Back (ristampa)

(2014 - Schema)
Ristampa ufficiale di uno dei dischi più ricercati dello storico ensemble impro

Gruppo Improvvisazione Nuova Consonanza on web