Jay Richford & Gary Stevan

Feelings (ristampa)

2016 (Schema) | library music, easy-listening

La milanese Schema ha appena ripubblicato, sia in formato vinile che in elegante digipack apribile, uno dei dischi di culto di tutto il filone della "library-music", genere musicale di cui avevamo accennato nella recensione della ristampa di "Here and Now 1 & 2" (Schema, 2015) di Lesiman, vale a dire "Feelings" (Carosello, 1974) a firma dei fantomatici Jay Richford e Gary Stevan. In realtà, si tratta di un disco composto, arrangiato e diretto da Stefano Torossi (coadiuvato qui anche da Sandro Brugnolini), che aveva alle spalle già un certo numero di colonne sonore di film di serie B e che nel frattempo scriveva arrangiamenti per gruppi italiani pop (come i Camaleonti) e suonava in diverse orchestre di musica leggera.

Torossi, nonostante sia un buon conoscitore del jazz afro-americano e abbia studiato contrabbasso negli Usa, non ha mai in realtà brillato come compositore particolarmente originale o memorabile. La sua "library-music" si pone diverse spanne al di sotto di quella di Lesiman e, soprattutto, di Piero Umiliani, anche se riesce sempre a non impantanarsi in uno scontato e insipido "laid-back" musicale, con un buon gusto nell'arrangiamento orchestrale.

Tutto il primo lato, contenente le prime cinque composizioni (da "Flying High" a "Feeling Tense"), è un discreto esercizio di stile in cui riecheggia tutta la "soul music" più atmosferica e cerebrale, con una decisa strizzata d'occhio verso le partiture orchestrali "midtempo" e funky di "Shaft" (Stax, 1971) di Isaac Hayes.
Nel secondo lato c'è qualche sparuta novità, come nella più ritmata e jazzata "Running Fast" o nel tema drammatico di "Fearing Much". Non male neppure l'incursione nell'easy listening di Burt Bacharach di "Being Friendly" e la melodia psichedelica (ma molto all'acqua di rose) della conclusiva "Having Fun", con un organo hammond alla Booker T.

Più che allo stile di Umiliani e a quello dei Braen's Machine, qui siamo semmai più vicini alle colonne sonore dei vari "Emanuelle" di Nico Fidenco. Curiosa è rimasta nell'immaginario dei vari fan la surreale copertina del disco, con una bella ragazza nuda e bionda (ricorda un po' la giovane Ilona Staller) che sbuca da un campo pieno di felci verdi.
Una curiosità: "Feelings" venne ristampato in vinile nel 1986 dalla Costanza Records con il titolo mutato in "Musica Per Commenti Sonori" (titolo comunque non fuorviante, visto che è quella la prerogativa principale della library) e poi successivamente nel 1998 dalla Easy Tempo con il suo titolo originale, ma diversa immagine di copertina.
Tra le recenti uscite della Schema, è meglio optare per l'interessante raccolta di temi lisergici "Psichedelica" (Omicron, 1971) di Piero Umiliani, quella sì una raccolta di "sonorizzazioni" di ben altra caratura.

(03/02/2016)

  • Tracklist
  1. Flying High
  2. Going Home
  3. Walking In The Dark
  4. Fighting For Life
  5. Feeling Tense
  6. Running Fast
  7. Loving Tenderly
  8. Fearing Much
  9. Being Friendly
  10. Having Fun






Jay Richford & Gary Stevan on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.