Virginia Wing

Forward Constant Motion

2016 (Fire) | dream-psych-pop

I londinesi Virginia Wing sono tornati a distanza di due anni dall’album “Measures Of Joy” e di sei mesi dall’Ep “Rhonda”, e la prima sostanziale novità è che il trio nel corso del tempo si è ridotto in un duo. “Una fioritura dopo il freddo precedente”: così è stato descritto il ridimensionamento del gruppo da parte degli stessi Alice Merida Richards (voce, sintetizzatori e organi) e Samuel Pillay (sintetizzatori, chitarra, noises e basso), che in “Forward Costant Motion” sperimentano sonorità sintetiche e scenari nuovi con lo scopo di dare vita a un moderno disco pop audace e creativo.

E i primi due pezzi, “Lily Of Youth” e “ESP Offline”, sono una perfetta sintesi di questa volontà: più che canzoni sembrano deliranti sogni elettronici, in cui suoni e parole scorrono in libertà, in un flusso di sonorità electro pop e psichedeliche che ricordano le atmosfere oniriche, seppur forse più minimali, dei Crystal Castles. La sensazione è quella di essere trasportati in una dimensione fatta di visioni e allucinazioni, un viaggio per mettere alla prova il proprio orecchio con lo scopo di trovare più contaminazioni possibili.

Poi ci sono le tracce strumentali, come “Mecca Cola” e “Andalucia”, in cui l’essenzialità dell’acustica è costituita da frequenze che sembrano un flusso di coscienza sonoro, a cui fanno da sfondo un’ipnotizzante inquietudine, nel primo caso, e una rilassata introspezione, nel secondo. “Grapefruit” è invece uno dei pezzi più riusciti dell’album: si tratta di una cacofonia di crepitii e ronzii che porta a un'allegra spensieratezza, quasi paradisiaca, e sempre con richiami pop e una voce sfumata che sembra provenire da un’altra dimensione.

Un’importante chiave di lettura per comprendere appieno il senso di sogno e “altro mondo” del disco è costituita dalla labirintite (un disturbo interno all’orecchio che si traduce in vertigini e disorientamento) sviluppata da Pillay: ascoltando con attenzione, si può captare il senso di smarrimento e deriva che porta a passaggi in cui le strutture si sciolgono e prendono una loro propria direzione, le canzoni si interrompono bruscamente o sembra che stiano cadendo a pezzi. Un esempio è “Local Loop”, in cui sono inseriti suoni disturbanti, frammenti di voci e improvvisi cambi musicali, che impediscono di lasciarsi cullare dalla musica ma anzi creano una situazione di disagio e disarmonia destabilizzanti.

“Forward Constant Motion” si espande in ogni direzione: prende l’inquietudine dei Phantogram, l’electro pop di BØRNS e la trasgressione di Banks, ma crea al contempo sonorità uniche e inedite. È a tratti cantilenante e ripetitivo, cattura ma allo stesso tempo disturba e infastidisce, un momento sembra addormentato ma il momento dopo prende vita ed esplode; si tratta di un lavoro articolato e apprezzabile dopo vari ascolti, che svela la natura complessa e tormentata dei suoi compositori. Evasione e fuga in un’altra realtà sono alla base dell’intera essenza del disco, che si può riassumere con tre parole: beauty in chaos.

(23/12/2016)

  • Tracklist
  1. Lily Of Youth
  2. ESP Offline
  3. Mecca Cola
  4. Grapefruit
  5. Miserable World
  6. Andalucia
  7. Sonia & Claudette
  8. Local Loop
  9. Be Contained
  10. Permaboss
  11. Hammer A Nail
  12. Move On
  13. Baton
  14. Future Body
Virginia Wing su OndaRock
Recensioni

VIRGINIA WING

Ecstatic Arrow

(2018 - Fire)
La genialità e l’eclettismo del miglior pop, resi attraverso un suono estroverso e a volte ..

VIRGINIA WING & XAM DUO

Tomorrow's Gift

(2017 - Fire)
L'incontro con gli Xam Duo modifica la rotta del duo dream-pop di Manchester

VIRGINIA WING

Rhonda

(2016 - Fire)
Ep interlocutorio per il trio di Londra, alle prese con un sound più sperimentale

VIRGINIA WING

Measures Of Joy

(2014 - Fire)
L'etereo esordio del trio londinese, in una particolare rivisitazione dello psych-pop in chiave elettronica ..

News
Virginia Wing on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.