Steve Winwood

Greatest Hits Live

2017 (Wincraft Records / Thirty Tigers) | rock, folk, prog, blues,

La domanda ricorrente che viene rivolta a un appassionato di musica è: qual è il disco che porteresti su un isola deserta? Ora, ammesso e non concesso che io sia su quell'isola deserta, dove trovo un giradischi o un lettore cd? Lo so, sembra una scusa per non svelare le mie predilezioni, ma in verità non saprei da dove cominciare. Qualsiasi scelta sarebbe dolorosa e mai completamente soddisfacente. Tutti poi siamo consapevoli che alcune passioni sono spesso fugaci, e che nel corso degli anni i gusti possono mutare in funzione di situazioni personali o sociali, rendendo di fatto più difficile una scelta ponderata e priva di dubbi e incertezze.

Di una cosa sono però certo: tra le canzoni della mia vita ce n'è una che non ha mai abbandonato un'ipotetica top ten, ed è la versione di "John Barleycorn" dei Traffic. Ed è con quest'unica certezza che mi sono avventurato nell'ascolto di questo curioso e intrigante doppio cd, o quadruplo vinile, di Steve Winwood "Greatest Hits Live".
I ventitré brani di questa antologia dal vivo offrono un'accurata selezione della lunga carriera del musicista. La band composta da Jose Neto (chitarra), Richard Bailey (batteria), Paul Booth (sax, flauto e hammond) ed Edson "Cafe" da Silver (percussioni) sottolinea il tutto con classe e swing, mettendo in mostra una sufficiente dose di personalità e creatività in arrangiamenti sempre rispettosi delle versioni originali.

L'alchimia tra i vecchi brani dei Traffic e le pagine più famose della carriera solista di Steve Winwood è perfetta: "Back In The High Life Again", "Dear Mr. Fantasy", "Roll With It" e "Low Spark Of High Heeled Boys" convivono senza mettere in mostra nessun gap temporale, grazie alla loro costante flessuosità ritmica e melodica, degna dei classici del rock. A questi si aggiunge la più energica "Had To Cry Today", qui inclusa per testimoniare l'avventura con i Blind Faith, e la sempreverde "Gimme Some Lovin'", frutto dell'esperienza giovanile con lo Spencer Davis Group.

Senza dubbio è "Higher Love" il brano che soffre maggiormente la nuova veste sonora, che risulta invece più entusiasmante e trascinante quando cattura nuance jazz come avviene nella sempre vibrante "I'm A Man", o quando eleva alla massima potenza le pulsioni blues in "Them Changes", classico di Muddy Waters.
Una delle note più interessanti di "Greatest Hits Live" è l'eccellente qualità del suono, privo di quelle noiose manipolazioni che spesso rendono stridente e innaturale la resa timbrica degli strumenti e della voce. Questo permette di godere fino in fondo le ottime performance sia dello stesso Winwood che della band di supporto.

Va sottolineato che mentre l'intero primo cd e le prime quattro tracce del secondo - tra le quali spiccano una superba versione jazzy di "Glad" e la famosa "Why Can't We Live Together" di Timmy Thomas, già riletta in studio in "About Time" - sono frutto di registrazioni live realizzate con l'attuale line-up summenzionata, non è dato intendere da dove provengano le successive tracce. Indiscrezioni fanno risalire alcune registrazioni come risalenti al periodo della reunion dei Traffic del 1994, ovvero "40,000 Headmen", "Medicated Goo", "John Barleycorn" e un'inattesa "Walking In The Wind"; appare evidente che Winwood nell'assemblare le registrazioni abbia voluto preservare le atmosfere più crepuscolari e riflessive di brani come "John Barleycorn", e di questo non possiamo che essergli infinitamente grati.

Leggermente più lineari e convenzionali sono invece gli arrangiamenti delle ultime quattro canzoni, che fanno luce sul periodo solista del musicista, spesso accompagnato da luci e ombre critiche nonostante la ricchezza di pregevoli intuizioni, come la raffinata "Arc Of A Diver" e il trascinante soul-rock di "Roll With It", che chiude l'album lasciando inalterato quel delizioso groove che con "I'm A Man" aveva aperto questo interessante e piacevole viaggio nella storia di uno dei più importanti artisti della musica rock.

(09/09/2017)

  • Tracklist
Cd 1

  1. I'm A Man
  2. Them Changes
  3. Fly
  4. Can't Find My Way Home
  5. Had To Cry Today
  6. Low Spark of High Heeled Boys
  7. Empty Pages
  8. Back In The High Life Again
  9. Higher Love
  10. Dear Mr. Fantasy
  11. Gimme Some Lovin'

Cd 2

  1. Rainmaker
  2. Pearly Queen
  3. Glad
  4. Why Can't We Live Together
  5. 40,000 Headmen
  6. Walking In The Wind
  7. Medicated Goo
  8. John Barleycorn
  9. While You See A Chance
  10. Arc Of A Diver
  11. Freedom Overspill
  12. Roll With It
Steve Winwood on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.