Junkie Flamingos

Lemegeton Party

2019 (Helen Scarsdale Agency) | industrial, ambient, experimental

Nulla può crescere e nulla così profondamente dissolversi, come l'uomo.
(Friedrich Hölderlin - Hyperion)

Il veggente, la sacerdotessa e l'alchimista. Luca Sigurtà, Alice Kundalini (She Spread Sorrow) e Daniele Delogu (Barbarian Pipe Band) si sono riuniti nella bizzarra sigla “Junkie Flamingos” e hanno fondato il “Lemegeton Party”, consorteria ispirata alle epistole che compongono l'“Hyperion” di Friedrich Hölderlin. Infervorati dalla brama di sconfinare in sperimentazioni “altre” da quelle scandagliate nei percorsi in solitaria, i tre hanno convogliato le rispettive energie in un manifesto estetizzante, incardinato su un'industrial-ambient oscura, iniziatica e terribilmente sensuale.

Sintetizzando fluidi tappeti elettronici beat-oriented, drogati da gocce di laudano trip-hop, liriche divise fra suggestioni di ascesa e rovina, rintocchi di davul e unghie di capra, i “fenicotteri tossici” scoperchiano una formula micidiale che rafforza lo stacco esoterico del loro primo grimorio in musica. Succede nell'apocalittica “Evening Of Our Days”, in cui le componenti si amalgamano per dar vita a una liturgia crepuscolare dal sapore ferroso, e nella ritmata nevrosi glamour di “Goetia”, stratificata su pulsazioni ossessive alle quali si aggrovigliano sulfurei miasmi in stile “Haus Arafna”.

“I find my joy in the future/ I shall come to no common end/ to be happy means to be sleepy”, recita - serafica e luciferina al contempo - Alice Kundalini in “The Language Of Slaves”, tratteggiando con la voce una nenia autunnale che profuma di requiem. Sussurrato è invece lo spoken word di “Restless Youth”, sospinto da sferzate sintetiche intrise di malinconia e degne del Tomasz Mirt più lunare.
Nella conclusiva “Shape Of Men”, la ribalta è dominata da Delogu, che vibrando sinistri colpi di campana tibetana scandisce l'epilogo downtempo di un debutto considerevole, all'incrocio tra l'elettronica disturbata di casa Galakthorrö, l'industrial tellurico degli Hermetic Brotherood of Lux-or e il sound del duumvirato di Bristol.

(27/09/2019)



  • Tracklist
  1. Evening Of Our Days
  2. Goetia
  3. The Language Of Slaves
  4. Restless Youth
  5. Shape Of Men
Junkie Flamingos on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.