Lim Kim

Generasian

2019 (Autoproduzione) | experimental hip-hop, post-club, folktronica

È sempre complesso uscire dalle trappole della consuetudine e della percezione, abbandonare gli stereotipi associati al genere, alla provenienza e all'estrazione musicale per rivelare gli aspetti più veri del proprio essere. Una volta che ciò avviene, la sensazione di libertà è tale che davvero tutto è possibile. Può dirlo forte Yerim Kim, meglio conosciuta col nome di battaglia Lim Kim, che a seguito di una carriera di discreto successo (come solista e nel duo Togeworl) nell'iridato universo del k-pop ha deciso di disertare le pressioni e le costrizioni dello showbiz coreano per riprendere possesso del proprio io e della propria personalità artistica, slegata da ogni forma di contingenza contrattuale.

Tre anni di maturazione e riposizionamento, ed ecco che giunge “Generasian”, Ep realizzato tramite crowdfunding che vede la sua autrice effettuare un'inversione a U rispetto alla sua passata offerta discografica, presentandosi con un assetto sonoro opportunamente sofisticato e una destrutturazione completa della sua immagine, molto meno conciliante rispetto al passato. Ed è un bene, poiché nei suoi ventun minuti il lavoro è un concentrato di idee e riflessioni (su se stessa, sul rapporto tra industria e femminilità, sulla percezione delle culture asiatiche nel mondo) da fare invidia ai più disparati musicisti concettuali degli ultimi anni.
In una conciliazione ideale tra i retaggi della tradizione coreana e le più recenti espressioni urban/elettroniche, Kim concentra il proprio sforzo nella creazione di un ibrido complesso, capace anche di sviate verso la melodia pop, che tenga conto di entrambi i poli creativi e li amalgami in un flusso ininterrotto. Il tutto, a vantaggio di un bagaglio concettuale e tematico significativo, sviluppato con una facilità che talvolta ha del sensazionale.

Con una struttura a sipario, che si apre e si chiude attraverso i due movimenti di “Minjokyo” (“etnico” in coreano), Kim palesa apertamente il tono sferzante, a suo modo di denuncia, che contraddistingue l'Ep, da un lato traendo forza dalla ricca tradizione musicale del suo paese (la lenta e solenne progressione, dall'evidente carico ritualista, di “Entrance”), dall'altro sovvertendone l'essenza, dissacrando in tal modo gli stereotipi associati ai musicisti e alle persone provenienti dall'Estremo Oriente. È un fil-rouge che anima tutto il lavoro, che si dirama attraverso ogni singola componente sonora ed espressiva, palesando a momenti la sua rabbia, altre volte una maggiore placidità di tratto.

“Yellow”, grinta hip-hop immersa in possenti staffilate post-club (quasi una sorta di trasposizione coreana dell'estetica coniata dalla Svbtext), è il veicolo attraverso cui Lim Kim rivendica con fierezza la sua identità e il suo status di artista indipendente, lontana dal mondo massificato dell'industria k-pop. “Mong”, d'altro canto, converte questa foga in un articolato disegno electro-ambient, con la voce a muoversi placida, fluttuante, tra giardini zen e lenti beat house, in un approccio intimo e atmosferico che rimanda ai Suiyoubi No Campanella della maturità. Se “Digital Khan” restituisce la convizione di una donna sicura, forte, che chiama a raccolta fratelli e sorelle per abbattere le dinamiche del potere (il flow, sopra le geometrie metalliche della base, non fa prigionieri), “Yo-Soul” disegna armonie folk in un curioso tangram alla Visible Cloaks, dipingendo una sensazione di armonia e potenza con la quale tutto sembra diventare possibile.

Finalmente in pieno controllo della sua carriera e dei suoi esiti, la musicista coreana lancia la sua personale sfida ai piani alti dell'entertainment coreano, mostrando classe da vendere e una chiarezza di intenti ammirabile. Riuscirà a ispirare anche altri sulla sua strada? Sarà tutto da vedere, quel che è certo è che questo è soltanto l'inizio. Now who's the fucking queen?

(25/11/2019)

  • Tracklist
  1. Minjokyo (Entrance)
  2. Yellow
  3. Mong
  4. Digital Khan
  5. Yo-Soul
  6. Minjokyo (Exit)


Lim Kim on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.