Dirty Projectors

5EPs

2020 (Domino) | alt-pop-rock

Raccogliendo i cinque manufatti sparsi durante l’anno sotto forma di Ep, i Dirty Projectors mettono a nudo incertezze e nuove intuizioni del sempre eccitante tragitto artistico. Cinque opere d’arte, esposte in un museo forse non aperto al pubblico, campeggiano in copertina, quasi a rimarcare la libertà espressiva che sta dietro il progetto di "5Eps", salutando la rinascita dei Dirty Projectors come collettivo e non più come espressione in solitaria di David Longstreth.

Venti canzoni dalle quali ripartire per chissà quali interessanti novità per una band che non ha mai smesso di stupire. Un campionario creativo che dà anche molte risposte, soprattutto a chi è rimasto in attesa di un’evoluzione dell’ibrido stilistico di “Lamp It Rose”. Un primo riscontro giunge dalle intuizioni pop-soul di Felicia Douglas, che nel personale Ep “Flight Tower” incastra due gemme (“Lose Your Love” e “Self Design”).
C'è un discreto numero di canzoni che accarezzano i vertici creativi della band senza ripeterne l’estetica o la sostanza. Maia Friedman nel suo solare set “Windows Open” pesca nella tradizione più folk della band, con un ritornello pop tra i più accattivanti del lotto (“Overlord”) e un chamber-folk che si candida al top del progetto (“Search For Life”).
Spiazzante come al solito, David Longstreth rispolvera il suo amore per João Gilberto nel capitolo “Super João”: quattro brani di bossa nova che, al di là della più jazzy-soul “Holy Mackerel”, non vanno oltre un piacevole capriccio stilistico.

Con l’Ep di Kristin Slipp “Earth Crisis” vengono ristabilite le primigenie velleità sperimentali dei Dirty Projectors, una mini-suite in quattro parti dove a farla da padrone sono una sezione archi recuperate dagli archivi che grazie all’intersezione con il brio soul della voce mandata in loop regala al progetto uno dei momenti più suggestivi (“Eyes On The Road”). Quattro segmenti che hanno il fascino di una sinfonia post-neoclassica, tra sprazzi r&b in noir e una drammaturgia lirica incantevole (“Now I Know”).

Corale e riassuntivo, l’ultimo Ep “Ring Road” flirta con il beat (“Por Qué No”), conferma le recenti anomalie soul (“Searching Spirit”) e infine centra un’altra piccola perla da inserire nel canzoniere supremo della band, ovvero “No Studying”: sghemba meraviglia stilistica tra lampi acustici, un ritornello irresistibile e una insana voglia di rock che la band smorza con geniale irriverenza, ultima follia prima che “My Possession” riassuma tutto e niente del gradito ritorno alla versatilità dei Dirty Projectors.

(11/01/2021)



  • Tracklist

Windows Open

  1. On The Breeze
  2. Overlord
  3. Search For Life
  4. Guarding The Baby


Flight Tower

  1. Inner World
  2. Lose Your Love
  3. Self Design
  4. Empty Vessel


Super João

  1. Holy Mackerel
  2. I Get Carried Away
  3. You Create Yourself
  4. Moon, If Ever


Earth Crisis

  1. Eyes On The Road
  2. There I Said It
  3. Bird’s Eye
  4. Now I Know


Ring Road

  1. Por Qué No
  2. Searching Spirit
  3. No Studying
  4. My Possession






Dirty Projectors su OndaRock
Recensioni

DIRTY PROJECTORS

Lamp Lit Prose

(2018 - Domino)

L’art-pop sfuggente di David Longstreth è di nuovo giocoso ed estroverso

DIRTY PROJECTORS

Dirty Projectors

(2017 - Domino Records)
La discesa negli inferi sentimentali sposta l'asse sonoro di Longstreth verso l'R&B

DIRTY PROJECTORS

Swing Lo Magellan

(2012 - Domino)
La sfida dei Dirty Projectors al pop d'autore, tra raffinatezze in salsa agrodolce e beffarde liturgie ..

DIRTY PROJECTORS

Bitte Orca

(2009 - Domino)
I Dirty Projectors applicano i teoremi di Captain Beefheart al pop con risultati eccellenti

DIRTY PROJECTORS

Rise Above

(2007 - Dead Oceans)
L'amore impossibile di punk e orchestra, all'insegna della decostruzione

DIRTY PROJECTORS

The Getty Address

(2005 - Western Vinyl)

News
Dirty Projectors on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.