Sylvain Chauveau

Life Without Machines

2020 (Flau) | modern classical, solo piano

Sylvain Chauveau è un instancabile esploratore di rarefatti universi sonori, in bilico tra raffinato classicismo e sperimentali traiettorie che includono e decostruiscono la forma canzone. Con "Life Without Machines" il compositore francese prosegue lungo la rotta di una cristallina essenzialità espressiva, indirizzando il suo percorso artistico sempre più verso la conquista di uno spazio risonante prossimo al silenzio.

Scarni bozzetti pianistici affidati all’esecuzione di Melaine Dalibert, pensati come commenti sonori dei dipinti della serie "The Station Of The Cross" di Barnett Newman, costruiscono un evocativo flusso che nel lento sviluppo riecheggia il prepotente portato emozionale che permea l’itinerario spirituale a cui le minimali pennellate dell’artista americano si ispirano. Quattordici stazioni melodiche che ne contengono in anonima coda una non visibile, mutuando la caratteristica del giardino delle pietre del tempio buddista Ryōan-ji a Kyoto che costantemente cela allo sguardo la sua quindicesima pietra.

Incentrate su un attento lavoro di sottrazione, le brevi composizioni cesellate dal musicista francese si avvalgono del sapiente contributo della pausa, quale cassa di risonanza di ogni singola stilla, e dell’assenza di artificio, quale riconquista dello spazio umano privato dell’ausilio delle macchine. Istanza quest’ultima a cui il titolo del lavoro, vera e propria critica e accusa al vivere contemporaneo, fa riferimento. Poche note scelte scandite con enfasi, incastrate in strutture dall’andamento circolare, che rimandano alla ricerca compositiva dei maestri americani del Novecento, primo fra tutti quel Morton Feldman così prossimo alle suggestioni delle avanguardie pittoriche a lui contemporanee. Strutture armoniche che nella visione di Chauveau non tendono mai a dilatarsi, rimanendo costantemente embrionale nucleo, capace di suggerire un immaginario illimitato nel quale proiettarsi affidandosi al proprio sentire.

Una silente immersione in un oceano di puro, cristallino suono.

(20/04/2020)

  • Tracklist
  1. o
  2. ts
  3. or
  4. d
  5. e
  6. w
  7. bl
  8. q
  9. u
  10. nd
  11. r
  12. (fa
  13. l
  14. en




Sylvain Chauveau + Chant 1450 Renaissance Ensemble su OndaRock
Recensioni

SYLVAIN CHAUVEAU + CHANT 1450 RENAISSANCE ENSEMBLE

Echoes Of Harmony - Early Music Reworked

(2017 - Sub Rosa)
Il compositore francese rende omaggio alle armonie del rinascimento spagnolo

SYLVAIN CHAUVEAU

Singular Forms (Sometimes Repeated)

(2010 - Type)
Il ritorno del compositore francese, con un singolare saggio di cantautorato post-moderno

SYLVAIN CHAUVEAU

Touching Down Lightly

(2009 - Creative Sources)
Il compositore francese pubblica le risultanze di una giornata di improvvisazioni al piano  ..

SYLVAIN CHAUVEAU

Nuage

(2007 - Type)
Frammenti di colonne sonore per il compositore francese, ora su Type

Sylvain Chauveau on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.