Death Cab For Cutie

The Georgia Ep

2021 (Atlantic / WEA International) | indie-rock

L'insofferenza di buona parte della scena indipendente americana nei confronti dell'amministrazione Trump è cosa più che nota. Si pensi ad esempio a “Death Song” dei Black Angels, un album che si poneva in totale polemica nei confronti del tycoon e delle sue discutibili scelte politiche.
La vittoria di Joe Biden deve essere stata accolta come una sorta di liberazione, e il primo segnale in tal senso ce lo offrono i Death Cab For Cutie che, per non essere proprio fraintesi, hanno accolto l'esito delle urne dedicando un estemporaneo Ep di cover allo stato – la Georgia – che tramite il ballottaggio ha sancito in modo inequivocabile e definitivo la vittoria democratica.

La scelta di Ben Gibbard e soci si è orientata su gruppi perlopiù provenienti proprio dalla Georgia – gli unici apparentemente “estranei” sembrano essere i Neutral Milk Hotel, originari della Louisiana, di cui la band di Seattle reinterpreta “The King Of Carrot Flowers Pt. One” senza fornire sostanziali novità rispetto all'originale. Le versioni migliori sono infatti quelle di “Waterfalls” delle TLC e di “Fall On Me” degli Rem, in particolare la prima che viene opportunamente tradotta nel linguaggio dell'indie-rock americano, smussandone gli angoli ed esaltandone le linee melodiche. Discreta è la versione di “Flirted With You All My Life” di Vic Chesnutt, abbastanza zoppicante invece appare l'interpretazione di “Metal Heart” di Cat Power.

L'operazione nel complesso si può comunque dire riuscita, anche per i brevissimi tempi con cui è stata confezionata. Nell'attesa di dispacci più corposi da parte dei Death Cab For Cutie, questo Ep - il secondo, dopo quello del 2019 - non è altro che un canto di vittoria e, se volete, anche l'ennesima conferma della classe di Gibbard e soci nel costruire – in questo caso riarrangiare - canzoni.

(01/02/2021)

  • Tracklist
  1. Waterfalls
  2. The King of Carrot Flowers, Pt. One
  3. Fall On Me
  4. Flirted With You All My Life
  5. Metal Heart
Death Cab For Cutie su OndaRock
Recensioni

DEATH CAB FOR CUTIE

The Blue Ep

(2019 - WEA International)
Cinque brani inediti per continuare a giocare con il lato più emozionale dell'indie-rock

DEATH CAB FOR CUTIE

Thank You For Today

(2018 - Atlantic)
Il rassicurante ritorno di Ben Gibbard, sospeso tra vecchie e nuove forme-canzoni

DEATH CAB FOR CUTIE

Kintsugi

(2015 - Atlantic)
Ben Gibbard e soci tornano in pista dopo il mezzo passo falso di “Codes And Keys”

DEATH CAB FOR CUTIE

Codes And Keys

(2011 - Atlantic)
Alan Moulder affianca la band di Seattle nel suo lavoro più commerciale

DEATH CAB FOR CUTIE

Narrow Stairs

(2008 - Atlantic)
Una delicata opera in chiaroscuro dopo il successo di "Plans"

DEATH CAB FOR CUTIE

Plans

(2005 - Atlantic)

DEATH CAB FOR CUTIE

Transatlanticism

(2003 - Barsuk)
Il grande affresco sulla perdita dell'innocenza firmato Gibbard-Walla, monumento dell'indie-rock degli ..

News
Death Cab For Cutie on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.