Pop. 1280

Museum On The Horizon

2021 (Profound Lore) | post-punk, industrial-rock

Quinto full-length per i rumorosi Pop. 1280, il secondo nella formazione a tre che vede ai synth Matthew Hord, affiancato come sempre dai membri fondatori Chris Bug e Ivan Drip. È anche il secondo album in cui i newyorkesi calcano la mano sulla componente elettronica, lasciando sullo sfondo le sfuriate chitarristiche che avevano caratterizzato le loro prime produzioni.

Fin dall'iniziale title track, scandita da battiti Ebm old school, è infatti evidente il consolidamento di questa sterzata: del resto, il percorso è sempre stato contraddistinto da una notevole dose di eclettismo. Musica che difficilmente può essere catalogata in un ambito preciso, con coordinate sonore che sovente travalicano i confini del noise-rock in direzione darkwave, e viceversa.
La Wax Trax, etichetta di Chicago portabandiera dell'industrial Usa negli anni Ottanta e Novanta, così come certi lavori dei Cabaret Voltaire, sono sicuramente presenti tra le influenze, ma i Pop. 1280 restano gli indiscussi architetti del loro sound.
Questa volta la voce di Chris Bug, seppur reminiscente dei Jesus Lizard, è meno isterica che in passato, e declama come sempre testi che combinano fiction e paranoia, modulandosi al servizio del nuovo impianto sonoro.
La chitarra resta tagliente, ma si amalgama con l'impalcatura costruita da sintetizzatori digitali e analogici (non sono stati usati suoni generati da software); a tratti si delineano le coordinate di una vera e propria industrial dance (le ritmate "Brennschluss" e "Human Factor" su tutte). A conferma di questa ulteriore "svolta", in chiusura del disco troviamo "Force Majeure", declinazione in salsa Pop. 1280 delle sonorità synth-pop ottantiane.

Oltre dieci anni di attività e cinque album alle spalle: con "Museum On The Horizon" la band di Brooklyn si conferma portabandiera di un post-punk viscerale, privo di compromessi e sinceramente underground.

(19/01/2022)

  • Tracklist
  1. Museum On The Horizon
  2. Noncompliant
  3. Not Too Deep
  4. Two-Body Problem
  5. Brennschluss
  6. Mission Creep
  7. Human Factor
  8. Threads
  9. Right Hand Man
  10. Force Majeure




Pop. 1280 su OndaRock
Recensioni

POP. 1280

Way Station

(2019 - Weyrd Son)
Nuovo lavoro all'insegna del cambiamento per il combo industrial-punk

POP. 1280

Paradise

(2016 - Sacred Bones)
La band newyorkese alle prese con il suo disco più elettronico

POP. 1280

Imps of Perversion

(2013 - Sacred Bones)
Torna il quartetto newyorkese, tra rumore, ossessioni post-punk ed Edgar Allan Poe

POP. 1280

The Horror

(2012 - Sacred Bones)
L'esordio sulla lunga distanza del quartetto newyorkese, sulle tracce della new wave e della gloriosa ..

Pop. 1280 on web