Sarah Mary Chadwick

Me And Ennui Are Friends, Baby

2021 (Rice Is Nice / Ba Da Bing) | alt-songwriter

Ragione e volontà da sempre provano ad affrontare quell’eterna sofferenza che scaturisce dalla consapevolezza di sé, ma liberarsi dal dolore è un dilemma ancora irrisolto. L’esperienza estetica, l’esperienza morale e l’esperienza ascetica, indicate da Arthur Schopenhauer come strade da seguire per liberarsi dall’afflizione, non sono del tutto agevoli, la furia della modernità non facilita l’ascesi, né la razionalità rende meno arduo poter abdicare alla fisicità e tangibilità dell’essere umano.
Impossibilitata dal salvarsi attraverso l’ascesi, indifferente all’esperienza morale, Sarah Mary Chadwick si rifugia nell’esperienza estetica, nel conforto dell’arte, catarsi emotiva che la musicista abbraccia mettendo a nudo la propria fragilità senza lasciare spazio per un’eventuale empatia e condivisione con l’ascoltatore.

Non è bastato dichiarare senza alcun timore, nel precedente album “Please Daddy”, "sto cadendo a pezzi... pensavo di averlo superato, ma sto perdendo" per completare il doloroso outing emotivo. Con il nuovo album, Chadwick compie un ulteriore passo nelle tenebre dell’anima: “Me & Ennui Are Friends, Baby” trascina l’ascoltatore in meandri oscuri non facili da comprendere e accettare. Non ancora dimentica della morte del padre, attanagliata dal dolore per la perdita di un caro amico, l’artista confessa con crudo e aspro nitore lessicale: "Ho paura di morire, ma questo non mi impedirà di provare". La voce s’infatua d’insicurezza e brutale poesia, racchiudendo nella title track tutto quello che c’è da sapere.

La natura ostica, e quasi irritante del nuovo album dell’artista neozelandese non è un capriccio intellettuale (“That Feeling Like”, “I Was Much Better At Being Young Than You Are”). Finanche le cupe eppur incidentalmente più ariose trame di “Don't Like You Talking” e “Full Mood” non rispondono a una progettualità razionale.
Sconforto, disillusione, panico e disgusto non sono mai stati esternati in maniera così convincente e autentica. Brani come “At Your Leisure”, “Will The Lord Hold My Hand”, “Every Loser Needs A Mother” non sono pezzi di cantautorato da prendere a modello per un eventuale simposio sullo stato dell’arte.

“Me & Ennui Are Friends, Baby” è uno schiaffo brutale dato al vento e Sarah Mary Chadwick è, al pari del mai dimenticato Daniel Johnston o di Phil Elverum, un’autentica outsider. Prendere o lasciare.

(01/05/2021)

  • Tracklist
  1. A Mother's Love
  2. At Your Leisure
  3. That Feeling Like
  4. Every Loser Needs A Mother
  5. Me And Ennui Are Friends, Baby
  6. Always Falling
  7. Full Mood
  8. Let's Go Home
  9. Don't Like You Talking
  10. I Was Much Better At Being Young Than You Are
  11. When You're Sleeping
  12. Will The Lord Hold My Hand




Sarah Mary Chadwick su OndaRock
Recensioni

SARAH MARY CHADWICK

Please Daddy

(2020 - Sinderlyn)
Un singhiozzo e una smorfia ricca di rassegnazione per il ritorno della cantautrice australiana

SARAH MARY CHADWICK

Sugar Still Melts In The Rain

(2018 - Sinderlyn)
Una travolgente cascata di dolente lirismo nel nuovo album della musicista neozelandese

Sarah Mary Chadwick on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.