AA. VV.

The Black Stone - Music For Lovecraftian Summonings

2021 (Eighth Tower Records) | dark-ambient

Lo scrittore Howard Phillips Lovecraft, gigante della letteratura del Novecento, è stato il creatore di mondi oscuri e claustrofobici che sono impossibili da immaginare senza una colonna sonora. I suoi paesi maledetti, la sua mitologia di creature che dominano gli eventi in modo che gli uomini ne siano inconsapevoli, creano mondi che nell'immaginario del lettore non possono che essere anche sonori. L'etichetta italiana Eighth Tower Records, da sempre esperta di dark-ambient e ambient-drone, ci propone una nuova collezione tratta da musicisti di questa scena sparsi in tutto il mondo che si sono ispirati a diversi racconti dello scrittore di Providence.

È strano pensare che proprio Lovecraft non amasse la musica ed è strano pensarlo proprio riflettendo su quanto i suoi racconti ispirino mondi sonori che potremmo definire tipicamente lovecraftiani. Ed è anche interessante notare come questo accada in ogni parte del mondo, con musicisti cresciuti in mondi e culture totalmente diverse tra loro. Una lunga raccolta di quattordici brani che spaziano dagli Stati Uniti di Mombi Yuleman ("Dreaming Of Innsmouth", drone rarefatto con vecchie registrazioni sovrapposte in stile Caretaker), dalla Svezia di Lars Bröndum ("The Legend Of Dagon", collage tra elettroacustica e musica concreta) all'Italia di Mario Lino Stancati ("The Color Out Of Space") sino all'Iran di Solatipour Reza (il brano d'avanguardia "The Resurrection").
C'è quindi qualcosa che unisce i mondi di Lovecraft in ogni regione del mondo, un linguaggio non scritto comprensibile ovunque, qualunque sia la propria formazione culturale o musicale.

Come già in numerose altre pubblicazioni, la Eighth Tower Records ci fornisce una lunga serie di spunti da seguire per gli amanti della scena dark-ambient, con numerosi artisti poco noti da seguire in futuro. Oltre ai brani già citati, segnalo il progetto inglese Dead Space Chamber Music con un brano di tipica avanguardia per archi nel brano "Nocturne For Erich Zann" dedicati al racconto "The Music Of Erich Zann" (1921), primo episodio in cui Lovecraft scrive di un musicista, e il bizzarro progetto spagnolo Kloob ("Providence") dove un piano (probabilmente preparato) e un sottofondo elettronico creano atmosfere davvero anomale e originali.

(05/02/2021)



  • Tracklist
  1. Mombi Yuleman - Dreaming Of Innsmouth
  2. Martyria - A Light On The Hilltops
  3. Lars Bröndum - The Legend Of Dagon
  4. Solatipour Reza - The Resurrection
  5. Dead Space Chamber Music - Nocturne For Erich Zann
  6. Alphaxone - Futuristic Ritual
  7. Mario Lino Stancati - The Color Out Of Space
  8. M. Cosottini, C. Bocci & D. Barbiero - The Haunter Of The Dark
  9. Kloob - Providence
  10. Ashtoreth - The Elders
  11. NEW RISEN THRONE - The Whisperer in Darkness
  12. Moloch Conspiracy - Red Hook's Church
  13. Dēofol - Y'ha-nthlei
  14. SÍLENÍ - Remain Sane To The Hideous End
AA. VV. on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.