Dehd

Blue Skies

2022 (Fat Possum) | post-punk, indie-rock, dream-pop

Il 2022 vede il ritorno dei Dehd, power-trio statunitense dedito a una personalissima forma di indie-rock. Nei due anni che separano il precedente “Flower Of Devotion” da “Blue Skies” i nostri hanno pubblicato un album di remix, oltre a svariate limited edition in vinile, nei colori più disparati; inoltre, Emily Kempf - attiva anche con un suo studio di tatuaggi - ha avuto modo di registrare un nuovo disco con il suo altro progetto, Lala Lala.

Ma torniamo alla musica dei Dehd perché, anche questa volta, di sostanza ce n’è parecchia: innanzitutto è confermata la formula che mischia garage-rock e dream-pop, suggestioni retrò 60's e 80's, il tutto coronato da un magico duetto di voci e scandito da un drumming vigoroso.
E poggia proprio sulle ugole di Jason ed Emily l'incipit di "Control", opener minimale e toccante che, dopo un minuto e tre quarti, lascia il posto al vivace noise-pop di "Bad Love", singolo per cui è stato realizzato anche un video che vede i Dehd in versione total black, tra eccentrici punk e pole dancer (video, peraltro, co-diretto dalla prolifica Kempf). Non è un’eccezione la brevità del primo brano: “Blue Skies” è popolato di bozzetti che non raggiungono i due minuti, e il brano più lungo non arriva a quattro: romantiche schegge di rock altro, con un tocco di raffinata psichedelia.
Il suono si è ulteriormente ripulito, restituendo in maniera più vivace le melodie realizzate dalla band di Chicago, delineando episodi di delicato post-punk (“Palomino”) e colorando coi vocalizzi fantasie reclusive: “Being out of touch was a kind of captivity I loved too much” (“Waterfall”). A tratti rimembrano i Beach Boys più sognanti, ad esempio in “Dream On” (appunto), mentre il contrappunto tra i due vocalist dà il meglio di sé in brani come “Memories” e “Stars”.

 

"Flower Of Devotion" aveva consegnato i Dehd a un pubblico ben più vasto della scena underground di Chicago; "Blue Skies", che esce per la Fat Possum, potrebbe allargare ulteriormente il fandom del trio nordamericano, portandoli nuovamente in giro per l’Europa, il prossimo autunno, Italia (per la prima volta) compresa.

(02/08/2022)

  • Tracklist
  1. Control          
  2. Bad Love       
  3. Bop    
  4. Clear  
  5. Hold   
  6. Memories       
  7. Window         
  8. Palomino        
  9. Waterfall        
  10. Dream On      
  11. Empty In My Mind   
  12. Stars   
  13. No Difference






Dehd su OndaRock
Recensioni

DEHD

Flower Of Devotion

(2020 - Fire Talk)
Una "prova del terzo album" all'insegna di contaminazione e personalità, fra influenze post-punk ..