PJ Harvey

B-Sides, Demos & Rarities

2022 (Universal/Island) | alt-rock, songwriter

A conclusione della titanica opera - durata quasi due anni - di pubblicazione delle versioni demo di tutti gli album di PJ Harvey, modalità attraverso la quale l'autrice stessa ha concesso di entrare nel proprio processo compositivo svelando l'essenza di ogni singola canzone, ecco un ricco box-set retrospettivo (59 tracce in tre cd oppure sei vinili) che raccoglie B-side, demo e rarità relativi all'intera carriera della cantautrice inglese. Un'antologia che giunge allo scoccare dei trent'anni tondi dall'esordio, ospitando sotto lo stesso tetto materiale mai inserito in nessuno degli album ufficiali di Polly Jean.

 

Il percorso è quasi rigorosamente cronologico: si parte con cinque registrazioni casalinghe risalenti al periodo che precedette la pubblicazione del suo primo disco e si arriva fino al lavoro svolto di recente per il cinema e la televisione, campo nel quale l'artista inglese è stata prevalentemente impegnata nei mesi a ridosso della pandemia. Da "Dry" a "Peaky Blinders" ci troviamo di fronte a un diario di viaggio che riassume le numerose trasformazioni stilistiche ed estetiche affrontate dalla Harvey nel corso di tre decenni, un excursus storico fra i diversi umori che hanno contraddistinto ciascun album sinora realizzato.

Da sola con una chitarra o un pianoforte oppure accompagnata dai suoi musicisti di fiducia, travestita da sovversiva lo-fi oppure avvolta da sofisticati arrangiamenti, Polly Jean oggi può mostrare con orgoglio un catalogo che conta su invidiabili eccellenze persino fra le seconde linee. Nonostante una graduale e costante evoluzione che l'ha condotta dalla furia grezza degli anni Novanta, quando emergeva forte la rabbia giovanile (riascoltatevi un po' l'inedita "Why D'Ya Go To Cleveland"), alle più introspettive ballad dei giorni nostri, la selezione qui proposta mantiene sempre una sua omogeneità, una sua coerenza interna.

 

Tanti i momenti imperdibili, molti dei quali senz'altro già noti ai fan, compresi un paio di estratti dalle Peel Sessions già edite in passato e le emozionanti "Memphis" e "30", composte dalla Harvey per ricordare l'amico e coetaneo Jeff Buckley all'indomani della sua prematura scomparsa.
L'atto finale è riservato alla recente cover di "Red Right Hand", brano originariamente inciso dall'amico Nick Cave nel 1994 (era contenuto in "Let Love In"), reinterpretato con saggezza e sommo rispetto: il dovuto omaggio che suggella un compendio ancor più necessario delle pur ricche ristampe di questi anni.

(10/01/2023)

  • Tracklist
  1. Dry (Previously Unreleased Demo)
  2. Man-size (Previously Unreleased Demo)
  3. Missed (Previously Unreleased Demo)
  4. Highway 61 Revisited (Previously Unreleased Demo)
  5. Me-Jane (Previously Unreleased Demo)
  6. Daddy
  7. Lying in the Sun
  8. Somebody's Down, Somebody's Name
  9. Darling Be There
  10. Maniac
  11. One Time Too Many
  12. Harder
  13. Naked Cousin
  14. Losing Ground
  15. Who Will Love Me Now
  16. Why D'ya Go to Cleveland (Previously Unreleased)
  17. Instrumental #1
  18. The Northwood
  19. The Bay
  20. Sweeter Than Anything
  21. Instrumental #3
  22. The Faster I Breathe The Further I Go (4 Track version)
  23. Nina In Ecstasy 2
  24. Rebecca
  25. Instrumental #2
  26. This Wicked Tongue
  27. Memphis
  28. 30
  29. 66 Promises
  30. As Close As This
  31. My Own Private Revolution
  32. Kick It To The Ground (4 Track)
  33. The Falling
  34. The Phone Song
  35. Bows & Arrows
  36. Angel
  37. Stone
  38. 97º
  39. Dance
  40. Cat On The Wall (Previously Unreleased Demo)
  41. You Come Through (Previously Unreleased Demo)
  42. Uh Huh Her (Previously Unreleased Demo)
  43. Evol (Previously Unreleased Demo)
  44. Wait
  45. Heaven
  46. Liverpool Tide
  47. The Big Guns Called Me Back Again
  48. The Nightingale
  49. Shaker Aamer
  50. Guilty (Previously Unreleased Demo)
  51. I'll Be Waiting (Previously Unreleased Demo)
  52. Homo Sappy Blues (Previously Unreleased)
  53. The Age Of The Dollar (Previously Unreleased)
  54. The Camp
  55. An Acre Of Land
  56. The Crowded Cell
  57. The Sandman
  58. The Moth
  59. Red Right Hand
PJ Harvey su OndaRock
Recensioni

PJ HARVEY

The Hope Six Demolition Project

(2016 - Island)
La critica socio-politica prende il posto dell'irruenza musicale nel nono album della cantautrice inglese ..

PJ HARVEY

Let England Shake

(2011 - Island / Universal)
Il diario di guerra di una PJ Harvey ormai riappacificata col mondo e con se stessa

PJ HARVEY

White Chalk

(2007 - Island/ Universal)
La cantautrice del Dorset in un disco di dure e dolenti confessioni

PJ HARVEY

Uh Huh Her

(2004 - Island/Universal)

PJ HARVEY

To Bring You My Love

(1995 - Island)
Da punkette a femme fatale: la metamorfosi della ragazza del Dorset in un album cruciale dei 90's, che ..

News
Live Report
Speciali

PJ Harvey sul web