Raconteurs

Consolers Of The Lonely

2008 (XL Recordings / Third Man) | alt-rock

Sud Carolina. Una fila di baracche decadenti, animate solo da qualche straccio steso ad asciugare di fronte alla porta. Una chitarra si confonde con voci di donna che piangono un lamento ancestrale, e con il canticchiare di un bambino, in lontananza. In una delle baracche, fra poco l'uomo del latte scoprirà la tragedia che si è appena consumata: un dramma della Carolina. Ed è con questa epica ballata, imbevuta di fascinazioni americane e posta a suggello come una sorta di ultimo atto teatrale, che si chiude "Consolers Of The Lonely".

Uscito in "sordina" il 25 marzo (nessuna copia promo a radio e giornali, nessun singolo di lancio, solo l'annuncio, circa una decina di giorni, prima attraverso la loro pagina Myspace), l'ultimo lavoro dei Raconteurs non fa che confermare intanto l'assoluto talento compositivo della coppia Benson-White, ma soprattutto la sensazione, già molto forte sin dal primo disco, che un progetto nato almeno sulla carta come "secondario", stia cambiando la sua natura in qualcosa di molto più solido e importante.
Rimanendo fedeli alla loro passione per la grandiosità barocca di alcune atmosfere seventies e alla ricerca di arrangiamenti e intrecci melodici che devono la loro quintessenza ai soliti famosi quattro, in questo nuovo album i Raconteurs continuano a prendere come riferimento le vecchie matrici del classic-rock, rivitalizzandole, reinventandole e rielaborandole a uso e consumo della loro personalità.

E infatti, mettendo su il disco, si comincia subito con una doppietta whiteiana fino al midollo: la title track, gonfia e tirata, in cui White regala una delle sue migliori interpretazioni isteriche nel ritornello, e subito dopo il singolo "Salute Your Solution", che potrebbe benissimo rientrare nella discografia dei White Stripes.
Si prosegue con il cambio di atmosfera di "You Don't Understand Me", ballatona dal sapore tipicamente beatlesiano, adornata dalla malinconica parte di piano di White, approdando al country di "Old Enough"e a "The Switch And The Spurs", magniloquente microfilm in musica ambientato nel deserto, dove i protagonisti, un cowboy con il suo cavallo, sfidano il veleno degli scorpioni.
E poi ancora il delizioso gusto pop di Benson, adornato dai fiati, in "Many Shades Of Black", il pathos struggente e teatrale di "Put This Blanket Off Of Me", per arrivare, canzone dopo canzone, alla catartica e già immortale "Carolina Drama", dove l'intepretazione di White è talmente alta, da farlo risultare incredibile attore prima ancora che musicista, e dove gli eroi di Dylan trovano la loro reincarnazione moderna.

Come su un ottovolante, in un continuo saliscendi di suoni, mood e stili, i Cantastorie bissano la complicata impresa di "Broken Boy Soldier", trascinando l'ascoltatore sul loro carrozzone musicale (e la copertina del disco, in tal senso, è programmatica), dove sembra di incontrare un sacco di gente (Beatles, Kinks, Led Zeppelin in ordine sparso) ma dove in realtà ci sono solo loro: i Raconteurs.
La sensazione è che Benson e White (supportati dalla sezione ritmica Keeler-Lawrence - ascoltare i cambi di tempo della title track, e non solo, per credere) abbiano trovato la formula magica definitiva, l'alchimia perfetta, che li rende capaci di non sbagliare una nota, una parola, un umore; non si capisce dove finisca l'uno e dove cominci l'altro e viceversa, e questo rende il loro lavoro una miscela perfetta, in cui brano dopo brano si ritrovano particelle di sfarzoso pop, epico hard-blues e fragoroso garage.

"Consolers Of The Lonely" è un disco che moltiplica le sue sfaccettature e la sua bellezza raggiante con il ripetersi degli ascolti; e se forse di primo acchito suona meno aperto e maliziosamente seducente del precedente, è in realtà molto più definito, spesso quasi monolitico. Un disco di pura materia rock.

(22/05/2008)

  • Tracklist
  1. Consolers Of The Lonely
  2. Salute Your Solution
  3. You Don't Understand Me
  4. Old Enough
  5. The Switch And the Spur 
  6. Hold Up
  7. Top Yourself
  8. Many Shades Of Black
  9. Five Of The Five
  10. Attention
  11. Pull This Blanket Off Of Me
  12. Rich Kid Blues
  13. These Stones Will Shout
  14. Carolina Drama
Raconteurs su OndaRock
Recensioni

RACONTEURS

Broken Boy Soldiers

(2006 - XL Recordings)

Raconteurs on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.