The Leisure Society

The Sleeper

2009 (Wilkommen Records) | pop, folk

Concediti una possibilità di lottare e di far emergere la musica che porti dentro di te!” Questo deve essersi detto a un certo punto della propria esistenza Nick Hemming, chitarrista veterano della scena musicale di Burton-on-Trent, già membro degli Unisex con Nick Lowry e, per un breve periodo, dei Telescopes.
Molto probabilmente nelle precedenti esperienze il nostro non era riuscito a esprimere appieno il proprio potenziale e così, grazie anche all’aiuto e allo sprone di Tom Cowan che, fondati gli Shoreline, ha dato vita alla straordinaria esperienza Wilkommen Records, il “dormiglione” si  è svegliato e ha licenziato, quasi un fulmine a ciel sereno, “The Sleeper”, album di esordio della Leisure Society.

E’ stata, comunque, una genesi lunga e articolata, quella che ha portato alla nascita di questo lavoro: molti dei brani erano già stati scritti da Hemming nel 2002, ma è solo con la preziosa collaborazione di Christian Hardy, cantante e strumentista e di numerosi musicisti della zona, che il suono della Leisure Society trova la propria peculiare dimensione e originalità.
“The Sleeper” è un album d’esordio carico di favolose arie nostalgiche e delicate che richiamano il folk più classico così come il pop dei sixties con una strumentazione ricchissima (fiati, archi, tastiere, glockenspiel, banjo, mandolini, contrabbasso e chitarra acustica)  e una cura quasi maniacale per gli arrangiamenti.

Non lontani dall’alt.folk americano, ma con una sottile corrente sotterranea british che rende il lavoro credibile e sentito, i suoni della Leisure Society richiamano riferimenti disparati e lontani ma nobili, da Leonard Cohen ai Kinks, dalla Summer of love fino ai giorni nostri, con le melodie dei Fleet Foxes e le amabilità folk-pop di band misconosciute come Animal That Swim, Alfie, Gomez. o Shady Bard.
Le canzoni di “The Sleeper” accompagnano l’ascoltatore verso quella stagione nella quale l’ultima neve si sta sciogliendo e il sole, finalmente, comincia a riscaldare la terra. Sono quelle che potrebbe cantare una coppia di giovani amanti ai primi incontri, pieni di entusiasmo e pronti a partire per un breve week-end che cominci con il desiderio e nel desiderio, timido e accennato a volte, più prorompente in altre occasioni, debba concludersi.

Se è vero che, in mani più inesperte, la malinconia che pervade molti dei brani avrebbe rischiato di gettare un fosco pallore sulla musica di “The Sleeper”, qui è solo uno dei tanti elementi di un suono e un progetto molto più complessi e stratificati. E’ proprio il modo naturale e spontaneo in cui le varie ispirazioni, influenze, riferimenti culturali sono combinati a rappresentare la forza più grande di questo album.
Anche i testi, scritti da Hemming dopo la fine di una relazione durata ben nove anni, pur raccontando di momenti di crisi e di cuori spezzati, di devastanti ritorni e di luoghi oscuri, riescono a comunicare, accompagnati da melodie senza tempo, che è possibile tornare a vedere la luce, essere meno disillusi e, benché malinconici, mai tristi o pessimisti.

Si può ripercorrere il passato e i suoi tormenti senza per questo esserne lacerati e questo anche per merito di lavori così, che, piuttosto che sprecare nel caos quotidiano e per orecchie sorde, ci si sentirebbe quasi in dovere di proteggere e preservare per qualcuno cui davvero interessino.
Nella natia Inghilterra la band, partita in sordina e senza grandi ambizioni, sta già riscuotendo un notevole successo di critica (la loro “A Matter Of Time” è stata singolo della settimana per un noto programma della Bbc e “The Last Of The Melting Snow” è candidata al prestigioso Ivor Novello Award). Ma ci si augura che sia solo una questione di tempo prima che, con calma e tenacia, la musica della Leisure Society riesca anche da noi a penetrare i cuori più induriti e “The Sleeper”, un esordio che ci mostra una band già matura e dal suono classico, possa affermarsi facendo sì che le enormi ali dell’amore ci avvolgano tutti.

(27/05/2009)

  • Tracklist
  1. Give Yourself A Fighting Chance
  2. The Sleeper
  3. The Last Of The Melting Snow
  4. A Short Weekend Begins With Longing
  5. We Were Wasted
  6. Save It For Someone Who Cares
  7. The Darkest Place I Know
  8. Are We Happy?
  9. Come To Your Senses
  10. A Matter Of Time
  11. Love's Enormous Wings
The Leisure Society su OndaRock
Recensioni

THE LEISURE SOCIETY

Alone Aboard The Ark

(2013 - Full Time Hobby)
Il primo disco di maniera della band folk-pop?

THE LEISURE SOCIETY

Into The Murky Water

(2011 - Full Time Hobby)
L'esplosivo richiamo melodico del nuovo disco della band di Nick Hemming e Christian Hardy

The Leisure Society on web