Breathless

Green To Blue

2012 (Tenor Vossa) | psych-wave

Ci sono voluti ben sette anni prima che i londinesi Breathless tornassero sulle scene discografiche. Se l'attesa per un nuovo lavoro di questa formazione, tra l'altro molto amata in Italia, è stata lunga, quello che ora offre rende felici tutti i loro sostenitori.
Infatti “Green To Blue” è un mastodontico doppio cd che vede nella line-up, oltre agli storici Dominic Appleton (voce e tastiere), Ari Neufeld (basso), Gary Mundy (chitarra), il ritorno dell'originario batterista  Tristam Latimer Sayer, che suonò fino al secondo disco del gruppo “Three Times And Waving” del 1987.

Con questo rinnovato spirito, che unisce il più lontano passato e il presente, i Breathless presentano undici lunghe tracce che bilanciano decadenti romanticismi new wave e liquida psichedelia, prediligendo soprattutto la forma-ballata.
Nella maggior parte degli episodi, il quartetto inglese propone tappeti di tastiera sempre eleganti su cui Ari disegna la linea melodica con il suo basso, mentre la chitarra gioca di note effettate.
La batteria alterna tocchi soffusi ad altri più sontuosi ed enfatici, accompagnando perfettamente il cantato sempre toccante di Dominic Appleton, artista dall'inconfondibile timbro, che partecipò anche nello storico secondo disco dei This Mortal Coil, “Filigree And Shadows” (1986), super-progetto che coinvolse i migliori esponenti del catalogo della 4AD dell'epoca.

Proprio il boss della label, Ivo Watts-Russell, è stato valido consigliere per “Green To Blue”, poiché è stato lui a suggerire l'idea di realizzare un doppio piuttosto che cestinare qualche canzone per pubblicare un singolo cd, essendo rimasto ammaliato dalla qualità della proposta ascoltata in anteprima.
Certo, ormai da tempo non si può più sperare di trovare quell'originale formula che fu del loro esordio dell'85 “The Glass Bead Game” (chi ancora non lo possiede rimedi subito, ndr) con i suoi brani ossessivi e straniati nelle armonie comunque melodiche, ma qui si continua a godere di carezzevoli e melanconiche composizioni più care ai loro ultimi dischi, che sanno ancora far vibrare le giuste corde emotive.

Questo doppio album esce come sempre per la loro etichetta Tenor Vossa, che alcuni credevano defunta e che invece pubblica da anni lavori di artisti decisamente interessanti, tra cui si segnalano Tenebrous Liar, Laymar, Moly, ...Bender. 
"Green To Blue" conferma che il corpo dei Breathless è ancora vivo e vegeto e il suo respiro è un qualcosa di caldo e seducente con il quale farsi avvolgere.

(22/12/2012)

  • Tracklist
Cd1

  1. Please Be Happy
  2. I Want You To Realise
  3. Next Time You Fall
  4. Everything Is Us
  5. It’s Good To See You
  6. Walk Away

Cd2

  1. Rain Down Now
  2. Fade Away
  3. The Same Rooms Without You
  4. Just For Today
  5. The Last Light Of Day
Breathless on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.