N.O.I.A

The Sound Of Love

2012 (Spittle) | electro, wave

Gruppo nato nel 1979, i N.O.I.A di Davide Piatto e Bruno Magnani furono un progetto curioso nella sua carica estroversa ed energica. In una fusione strutturale tra elettronica minimale, approccio autoironico alla Devo, freschezza e ruffianesimo melodico, il gruppo romagnolo riuscì a porsi non solo come interessante progetto del panorama italiano indipendente, ma anticipatore di alcune tendenze prossime a venire.

La Spittle, grazie all'aiuto di Oderso Rubini (uno dei fautori della mitica Italian Records), ci permette di fare un po' d'ordine nei ritmi catchy, da dancefloor estivo dei Nostri. Basta dare un assaggio a "Try & See" e "Do You Wanna Dance" per capire che ci troviamo di fronte a synth-pop puro, talvolta mieloso, ma perfetto nella sua carica pop.  La title track segue il filone più soul-disco, mentre le successive "Night Is Made For Love" e "Stay With Me" trasudano sax (Giorgio Giannini) e coretti sensuali (Rossana Casale).

Con la centrale "Forbidden Planet" i giochi cambiano, in favore di un approccio più complesso in cui si aprono partiture elettroniche più aperte, dal gusto futurista.
Una visione elegante e articolata in cui si inserirà la seguente "The Rule To Survive (Looking For Love)", composizione d'amore kraftwerkiano in cui prende forma un'autostrada da colori vivaci e acidi. Simile, seppur più giocosa, è "Rimini Midnight" in cui un classico pezzo dancefloor nasconde un'ossatura elettronica innovativa e curata con ossessione minimale.
Ma è con il trittico di chiusura che i N.O.I.A mostrano la loro genialità nel saper disegnare composizioni dancey senza cadere nel banale e sempliciotto. "Stranger In a Strange Land", composizione di origini fantascientifiche (titolo del capolavoro di Robert Heinlein), è un raro esempio di come electro-pop, synth-wave plumbea e un richiamo funky possano coesistere nella stessa dimensione spazio/tempo. "True Love" è una fantasmagorica costruzione computerizzata, bit su bit, dalle distorte linee vocali, in cui si raggiunge una strana forma di cyber-romanticismo. "Umabaraumba" è l'anthem definitivo, consacrazione di un sogno estivo sempiterno.

Geometrici e minimali, eleganti ed edonistici, melodici ma meccanici in ogni loro costruzione, i N.O.I.A non sono stati un semplice fenomeno musicale ripreso dall'odierno revival dell'italo-disco (a cui contribuirono all'epoca), ma un creativo punto di fusione tra sperimentazione e melodia accattivante.
Una gemma gustosissima da riscoprire.

Edit: Il titolo completo del disco è "The Sound Of Love Ep - Released & Unreleased Classics 1983-87".

(15/05/2012)

  • Tracklist
  1. Try & See
  2. Do You Wanna Dance?
  3. The Sound Of Love
  4. Night Is Made For Love
  5. Stay With Me
  6. Forbidden Planet
  7. The Rule To Survive (Looking For Love)
  8. The Last Love Story
  9. Journey To The Center Of Love
  10. Rimini Midnight
  11. From Sleep To Love
  12. Stranger In A Strange Land
  13. True Love
  14. Umabaraumba
  15. Quarta Parte
N.O.I.A on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.