Gregory Alan Isakov

The Weatherman

2013 (Suitcase Town) | soft americana, songwriter

Trovo l’idea dell’uomo delle previsioni davvero potente. C’è un tipo alla Tv o alla radio che ci predice il futuro, e a nessuno importa. È un quotidiano miracolo terreno, e credo che le canzoni che ho scelto riguardino l’accorgersi della bellezza nella vita normale, di tutti i giorni.

È vero, le previsioni meteorologiche sono uno degli elementi che più ha solleticato il substrato culturale americano. Appuntamento certo più pregno di significato per l’immaginario popolare, una sorta di rito collettivo per chi deve tener conto dei tornado, delle alluvioni, degli incendi, delle ondate di gelo e caldo e di tutti i possibili eventi estremi che possono capitare da un capo all’altro di uno Stato delle dimensioni di un continente.
E “The Weatherman” ha certo l’ambizione di essere popolare: nella musica di Isakov spira l’afflato di un cantautore vero, che, come le previsioni, vorrebbe parlare alle persone della loro vita, passata e soprattutto futura.

Isakov – nato in Sudafrica ma da tempo adottato da Nederland, Colorado - sceglie in questo disco un registro sommessamente carismatico, alla ricerca di un “Nebraska” aggiornato alla lezione di "For Emma, Forever Ago” (l’isolamento gelido di “She Always Takes It Black”, i cori della cameristica “Amsterdam”), con una bella dose di romanticismo alla The Bony King Of Nowhere, che imita furbetto nelle sue bucoliche serenate (“Living Proof”, “Time Will Tell”, “Suitcase Full Of Sparks”), fino ad azzeccare un numero pop da manuale (“Saint Valentine”) e una ballata sorniona da M Ward come “The Universe”.

La scrittura risalta decisamente, in “The Weatherman”, grazie a un’ispirazione per la melodia rara in queste uscite, e a scelte di registrazione e produzione fortunate (tutto in analogico), che creano un sound avvolgente e arioso (“Second Chances”). Tempo variabile: sole e rovesci, dalle parti di Gregory Alan Isakov.

(16/07/2013)



  • Tracklist
  1. Amsterdam
  2. Saint Valentine
  3. Second Chances
  4. Living Proof
  5. Time Will Tell
  6. O’ City Lights
  7. Astronaut
  8. California Openback
  9. The Universe
  10. Suitcase Full of Sparks
  11. Honey, It’s Alright
  12. All Shades of Blue
  13. She Always Takes It Black
Gregory Alan Isakov su OndaRock
Recensioni

GREGORY ALAN ISAKOV

With The Colorado Symphony

(2016 - Suitcase Town)
Il cantautore americano si fa accompagnare da un'orchestra per rendere più appetibile il suo repertorio ..

Gregory Alan Isakov on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.