Minks

Tides End

2013 (Captured Tracks) | alt-pop

Prima di addentrarsi nel corpus di questa recensione, occorre segnalare due notizie in merito ai Minks, tra i rampolli di casa Captured Tracks che più hanno fatto parlare di sé nel corso di questi primi anni di attività dell'etichetta. La prima, e più significativa, è che l'eterea voce di fata di Amalie Bruun, la bionda metà della coppia, ha abbandonato l'avventura in due, probabilmente rivolta verso nuove esperienze.
La seconda, e probabilmente diretta emanazione di quanto l'ha preceduta, è che il progetto, lasciato nelle mani del solo Shaun Kilfoyle, ha assunto connotati totalmente diversi rispetto all'esordio di due anni e mezzo fa. Se quindi siete alla ricerca di nuove brume autunnali pronte a spezzarvi il cuore, siete totalmente fuori strada.

Basti vedere la transizione figurativa della copertina per intuire il contenuto di “Tides End”: mentre era una superficie ricoperta di muschi e licheni a fungere da biglietto da visita per lo scorso “By The Hedge”, adesso è un'orgia di colori, con tanto di teschio di cristallo e luna piena, a dominare la scena, quasi reminiscente delle cromie proprie della stagione chillwave. Di fatto, alle tenebrose atmosfere dreamy del debutto, alle evanescenti armonizzazioni vocali in bilico tra sonno e veglia, tra canzone e stupore estatico, subentrano ritmo e colore, dinamiche decisamente più variegate, e soprattutto, synth e drum machine in abbondanza, quante forse non se ne sentono anche in dischi di band votate al pop elettronico.
Certo, è una svolta tutt'altro che strabiliante, che sicuramente ha interessato un buon numero di gruppi in tempi recenti (gli Still Corners il caso piu' eclatante, e meglio riuscito), eppure, pur non raggiungendo l'ottimo risultato dell'esordio, questa vede Kilfoyle dominare senza troppi complimenti il nuovo materiale di suo interesse, in un pugno di canzoni che, a costo di qualche strafalcione di troppo, rinnovano la curiosità attorno al suo nome, per una virata decisa verso un pop fresco e brillante, che potrebbe fruttargli parecchio in futuro.

E se l'assaggio delle potenzialità di questa sterzata è affidato a un singolo quale “Margot” (effervescente brezza synth-jangle) o una traccia d'apertura come puo' essere “Romans”, decisamente tra i brani più centrati e indovinati del disco (merito di una scrittura semplice ma decisamente vigorosa), c'è davvero di che sperare. Certo, non tutto gira a pienissimo regime (l'insistita, se non proprio sfiancante, ripetizione del refrain nell'altro singolo “Painted Indian” non ha proprio la caratura per reggere una canzone intera), e a volte, lo sguardo al passato è avvolto da fin troppa nostalgia (“Doomed And Cool”, quasi una pallida imitazione, con spruzzi di chitarra, dei compagni di scuderia Soft Metals), ma Kilfoyle, pur non provvisto di strabilianti doti interpretative, riesce a ribaltare i pronostici grazie a una varietà timbrica che specialmente in due dei brani in scaletta dà il meglio di sé.

La levità, quasi onirica, del jingle-jangle entro il quale poggia il candore melodico di “Weekenders”, ma ancor di più, la dimensione sornionamente shoegaze che avvolge come un manto la delicata tela a titolo “Hold Me Now”, pur testimoni di scelte estetiche saccheggiate allo sfinimento, ne affrontano i tratti con sufficiente personalità da non soffrire la “crisi” del secondo album che ha afflitto parecchi dei colleghi di brigata di Minks (Beach Fossils, Craft Spells), mantenendo il suo revivalismo a un livello tale da poter ancora affrontare il terzo disco senza il fiatone. Staremo a vedere se quest'ipotesi si rivelerà fondata.

(29/08/2013)

  • Tracklist
  1. Romans
  2. Everything's Fine
  3. Margot
  4. Playboys Of The Western World
  5. Weekenders
  6. Painted Indian
  7. Hold Me Now
  8. Doomed And Cool
  9. Ark Of Life
  10. Tides End




Minks su OndaRock
Recensioni

MINKS

By The Hedge

(2011 - Captured Tracks)
Sognanti nostalgie dark-wave per il debutto della band pił genuinamente pop della Captured Tracks

Minks on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.