Drew Lustman

The Crystal Cowboy

2015 (Planet Mu) | broken-beat, drum'n'bass, techno

Reduce da un album tutt'altro che soddisfacente, Drew Lustman mette momentaneamente da parte il suo moniker più famoso pubblicando un disco con il nome di battesimo. “In The Wild” aveva interrotto l'ascesa del compositore americano, il quale, con due ottimi album come “You Stand Uncertain” e “Hardcourage”, si era imposto fra gli autori di musica elettronica di punta della scena mondiale. Quell'incidente di percorso – prova confusionaria e fuori fuoco – ha forse imposto all'artista un rimescolamento delle carte, in parte attuato nel qui presente “The Crystal Cowboy”.

La spinta al rinnovo porta Lustman all'inserimento di una componente drum'n'bass facilmente riconoscibile nei pezzi di entrata “Watch A Man Die” e “Time Machine”. Il rullante jungle fa da elemento portante e pennella strutture ritmiche solide in quasi tutto l'album, coadiuvato da rivoli ambient e sberleffi Idm. Una vena da narratore dei sobborghi (la fumosità urban-sci-fi di “Angel Flash” e della title track) e un'ispirazione finalmente ritrovata (davvero notevole “Green Technique”) regalano all'album una briosità compositiva solo teorizzata nel già citato “In The Wild”.

Il marchio FaltyDL ritorna occasionalmente in vari episodi (la techno gentile di “Wolves” e “The Hatchet”), mentre strambi giochetti esotici (la cantata “Onyx”) e due bombe come “Sykle” e “Bluberry Fields” assestano il colpo finale. In questi due ultimi episodi il giocoliere elettronico americano adotta un approccio totalizzante alla sua arte, rimestando electro, tastiere ambient, umori horror e un gusto per il ritmo davvero notevole.

Aiutato dall'intensa attività da dj, il Nostro ritorna in carreggiata e piazza un album brioso, colorato e ispirato. Nell'ascoltare queste tracce è facile constatare le sconfinate potenzialità di questo produttore, il suo unico compito sarà quello di arginare l'estrosità senza sfociare nella normalizzazione, trovando un equilibrio che potrebbe portarlo davvero in alto nelle graduatorie dei più grandi.

(07/07/2015)



  • Tracklist
  1. Watch A Man Die     
  2. Time Machine     
  3. Angel Flesh     
  4. Green Technique     
  5. Wolves     
  6. Hyena     
  7. The Crystal Cowboy     
  8. Onyx     
  9. The Hatchet     
  10. Blueberry Fields     
  11. Sykle
Drew Lustman on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.