Hilde Marie Holsen

Ask

2015 (Hubro) | ambient, process-generated

La trombettista norvegese Hilde Marie Holsen avvia i progetti - tutt’oggi allo stadio embrionale - Chrimari, con i 13 minuti di “Third Eye Opening”, sorta di estrema trasfigurazione del cool-jazz, e Ha!Olsen con il bozzetto per tromba riprocessata “Favorite Position”. Nel frattempo, comunque, Holsen debutta solista con “Ask”, un lavoro di umile artigianato d’avanguardia e di sentimenti profondi.

Ci vogliono 4 minuti di eventi praticamente inudibili, tra bollori e ultrasuoni ridotti al minimo, perché “Plagioklas” intoni un pacato, elegante, rarefatto adagio Bruckner-iano per tromba e frequenze basse. Il suo sviluppo, appena un timido contrappunto, non fa che rivelare la sua consistenza di fantasma freddo che si smaterializza ulteriormente in rivoli elettronici, una perfetta base strumentale per un nuovo “Rock BottomWyatt-iano, solo per essere polverizzato da una deflagrazione finale.

La più breve “Muskovitt” è solo un soffio di sordina strozzata, un flauto di Pan nella sua ultima esalazione. Negli 11 minuti di “Alkali” gorgoglii ciclici e fanfare che risuonano nel nulla provano a infondere un po’ di vita al fraseggio sospeso, ma si spegne senza direzione o, meglio, senza più forze, preda della landa d’echi. Sono soprattutto gli 8 minuti della title track a creare un contrasto, sempre sussurrato e sommesso, tra mostruoso (un glitch satanico di sottofondo) e celestiale (le trapunte di tocchi ed echi della tromba rifratta).

Jon Hassell disperso tra i fiordi più gelidi e disabitati. Non è un album di musica rarefatta ma un esercizio d’arrangiamento del silenzio che ne preserva, come fossero specie in via d’estinzione, il mistero, l’ineffabilità, la vertigine. Da ammirarne anche la volontà estrema di mezzi, solo strumento, una tromba che Holsen spesso accarezza con le labbra, e un corredo di live electronics digitali, un’unità con pochi precedenti creativi (come gli album per sola voce della connazionale Maja Ratkje, che non per niente ha curato missaggio e master).

(11/06/2015)

  • Tracklist
  1. Korund
  2. Plagioklas
  3. Muskovitt
  4. Alkali
  5. Ask
Hilde Marie Holsen on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.