LHF

For The Thrown

2015 (Keysound Recordings) | elettronica

Tornato a distanza di tre anni dal mastondontico esordio "Keepers Of The Light”, il collettivo LHF prosegue il suo percorso nella sperimentazione elettronica a tutto tondo. In formato decisamente più contenuto – questa volta le tracce sono dieci – la formula del misterioso gruppo londinese continua in maniera perfettamente coerente. Coadiuvato dalla collaborazione con i Ragga Twins nell'Ep "From The Edge”, il mix di jungle, 2 step britannico e spruzzate dubstep, si colora di sfumature e sentori mitteleuropei, alimentando certe tentazioni esotiche già presenti nel primo disco.

"For The Thrown” veleggia in un stato di perfetta estasi oppiacea, trasportando l'ascoltatore in un limbo dove generi, etichette e definizioni non vengono più in aiuto. La musica di LHF ha a che fare con la metafisica e lo spirituale, così avviluppata in uno stato di perenne incanto, quasi fosse una versione 2.0 dei viaggi psichedelici del flower power anni 70. Ed è in episodi come "Mud And Robot” che tutto ciò è facilmente riscontrabile. Infatti, oltre all'essere una traccia difficilmente catalogabile, è trascinante, ansiosa, elettrica e pensosa al tempo stesso. La straordinaria capacità di questi musicisti è proprio quella di creare flussi musicali atemporali senza eccedere in manierismi o ermeticità.

Cercando nei meandri del disco possiamo trovare synth luccicanti alla Tangerine Dream ("Gateway”), ammalianti sinfonie arabe ("Surrender”, "Horizon”), incanti a metà fra downtempo e dubstep (la pace serafica di "Yielding”), spinte più decise verso la jungle ("Entrapment”), il 2 step ("Wet Harmonic”) e la techno (”Triumph”). Il tutto è però svincolato – come già detto in precedenza – da una mera valutazione legata al genere, l'album è efficace e scorrevole grazie a un magico amalgama che rende sensazioni e tendenze diverse divinamente coerenti.

Non un compendio trascurabile bensì capitolo importante dell'idea di musica di LHF, ”For The Thrown” assesta un nuovo tassello di un progetto dagli sviluppi possibilmente senza confini.

(16/11/2015)



  • Tracklist
  1. Gateway     
  2. Surrender     
  3. Horizon     
  4. Yielding     
  5. Entrapment     
  6. One Door Isn't Enough (feat. No Fixed Abode)    
  7. Wet Harmonic
  8. Mud And Root     
  9. Triumph     
  10. Natural Boost
LHF su OndaRock
Recensioni

LHF

Keepers Of The Light

(2012 - Keysound Recordings)
Monolite elettronico per un collettivo segreto avvolto nel mistero

LHF on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.