Infinity Window

Artificial Midnight

2009 (Arbor Infinity) | lo-fi, kosmische musik

Un’altra famigliola di sballati senza possibilità di redenzione è quella che ruota intorno alla figura di Daniel Lopatin, titolare dei progetti Oneohtrix Point Never e Skyramps, oltre che naturalmente di Infinity Window, qui in coppia con Taylor Richardson. Come già constatato con gli Emeralds, i Super Minerals e altre formazioni dell’ultra-underground americano, buona parte di questa generazione di musicisti - o almeno quella che bazzica nei pressi di certe etichette come Not Not Fun, Arbor Infinity e svariate altre ancora - pare aver abbracciato con dedizione la causa del kraut-rock e della musica cosmica tedesca, contribuendo a farla conoscere presso un determinato target di ascoltatori.

La ricontestualizzazione di questi suoni nell’ambito dell’underground americano più spinto, dove a farla da padrone sono “sottogenreri” particolarmente spuri come la moan wave, certa drone music incrostata e da scantinato, e certo lo-fi ambient da internamento, sta poi generando ibridi piuttosto singolari, incoraggiati ovviamente dall’interesse di un circuito piccolo ma non trascurabile di appassionati. Infinity Window non fa eccezione, così il synth-drone old style dei tre pezzi di “Artificial Midnight” prefigura un viaggio interstellare vecchia maniera, che però, per via di rumori difficilmente identificabili e di una produzione (parecchio) in bassa fedeltà, si presenta come una camminata sonnambula in una discarica di rifiuti tossici.

I 9 minuti di armonie pastorali di “Sheets Of Face” sono esemplificativi di questo tipo di contaminazione. Strati di melodie si intersecano, si sovrappongono, inseguite in sottofondo da un minaccioso e “sporco” buco nero ambientale. Così mentre “Internal Compass” riesce a librarsi tra celestiali volte clusteriane, la conclusiva “Skull Theft" sprofonda in un abisso di loop stranianti, infestati da scorie drone–noise e da distrurbi di frequenze aliene.
Affascinante come una ragazza dal viso angelico ma dal culo grosso e le tette cadenti.

(25/06/2009)

  • Tracklist
  1. Sheets Of Face
  2. Internal Compass
  3. Skull Theft
Infinity Window on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.