J. Tillman

Year In The Kingdom

2009 (Bella Union) | folk

Forse sarà sfuggita ai più la pubblicazione, nello scorso anno, di un secondo disco di J Tillman, batterista dei Fleet Foxes di mestiere e (non ce ne voglia) cantautore per hobby. Dopo la pubblicazione dell'insipido "Vacilando Territory Blues", accolto piuttosto tiepidamente dalla critica (nonostante ci fossero tutti i presupposti per un breakthrough act), si è forse preferito soprassedere su un disco che rappresenta un passo in avanti infinitesimo per la musica di Tillman.

"Year In The Kingdom" supera un po' le indifese, scarne confessioni del disco precedente, introducendo qualche elemento di varietà musicale in più. In primo piano l'harpsicord, qualche armonizzazione, a riprodurre in qualche modo gli stessi esotismi orientaleggianti della band di appartenenza ("Earthly Bodies"), sostenuti da qualche suggestione ambientale ("Crosswinds", "There Is No Good In Me"). Una tendenza anche da scongiurare, per non rischiare di diventare il serbatoio delle b-side della band di Seattle.

Rimane il difetto principale di Tillman: quello di abbozzare in continuazione ("Howling Light", "Though I Have Wronged You"). A volte (nella title track) si sfiora l'ispirazione di un Sam Beam, che del bozzetto è maestro; il problema è che gli scarti di quest'ultimo rappresentano i picchi d'ispirazione di Tillman.
D'accordo, il successo dei Fleet Foxes gli permette di non pensare troppo "alla critica"; basterebbe pensare un po' di più a chi semplicemente i dischi li ascolta. E' un peccato, perchè il Nostro ha una voce stupenda, forse senza qualche spigolo di fascino, ma calda e suadente. Pare però che ci si affidi troppo, forse con la presunzione di poter interpretare anche il più banale degli stornelli trasfigurandolo.

Sul piano della composizione, "Year In The Kingdom" ha molto poco da dire: l'unica canzone compiuta è forse la già citata "Crosswinds". Per il resto prevale, più che l'introspezione, una pericolosa tendenza all'involuzione.

(22/02/2010)

  • Tracklist
1. Year in the Kingdom
2. Crosswinds
3. Earthly Bodies
4. Howling Light
5. Though I Have Wronged You
6. Age of Man
7. There Is No Good in Me
8. Marked in the Valley
9. Light of the Living
J. Tillman su OndaRock
Recensioni

J. TILLMAN

Vacilando Territory Blues

(2009 - Bella Union)
Nuovo lavoro solista per il batterista dei Fleet Foxes

J. Tillman on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.