Jack Savoretti

Harder Than Easy

2010 (De Angelis) | pop melodico

La nuova generazione di songwriter sembra a volte dover pagare lo scotto della dinamicità del panorama discografico, tanto che molte speranze si sono infrante dopo un esordio luminoso. Basti pensare alla parziale delusione di Findlay Brown o all’immobilismo stilistico di Tom McRae per comprendere le difficoltà che incontrano cantautori e nuove one-man-band.
Il segreto che permette di superare l’impasse è la pazienza. Ogni buon autore è consapevole che il percorso artistico e creativo debba svolgersi in progressione, mentre l’irruenza toglie spesso spazio alla creatività, accrescendo le aspettative di un pubblico sempre più consapevole.
 
Dopo il suggestivo esordio “Between The Minds”, Jack Savoretti non sembra aver avuto fretta: il suo secondo album “Harder Than Easy” resta ancora disponibile solo su I-tunes in attesa di una pubblicazione ufficiale in cd, permettendo così all’opera di mostrare le sue peculiarità con discrezione.
È un musicista in costante crescita Jack Savoretti; le sue costruzioni armoniche si sono evolute grazie a una maggiore sobrietà lirica e alla contaminazione culturale con l’America. Aver registrato l’album nei famosi studi di Jackson Browne e con la collaborazione dei Counting Crows accresce la forza espressiva delle canzoni, che rinunciano così alle leziosità del genere. La presenza di “Northern Sky” di Nick Drake allontana definitivamente ogni paragone stilistico con il grande autore inglese, anche se, grazie alla buona qualità delle canzoni originali di Jack Savoretti, la pur bella cover non brilla all’interno della sequenza.

La malinconia avvolge le pulsioni beat della splendida “Wonder”, mentre il racconto di un veterano anima le graziose trame acustiche di “Russian Roulette”, che paga un delizioso tributo alla canzone di protesta: sono questi i due episodi più intensi di un album ricco di buone vibrazioni.
Solide strutture armoniche prive della leziosità del cantautorato pop sorreggono ogni episodio dell’album e Jack Savoretti concentra l’attenzione sulle sfumature conservando l’appeal melodico.
“Map Of The World” scivola sul versante mainstream senza cadere nella banalità,“Mother” allinea tutti i canoni della poetica country con un brio e una franchezza coinvolgenti.
Infine, “Harder Than Easy”, pur non rappresentando l’album della maturità per il cantante italo-inglese, è un altro passo verso un repertorio più organico. E la  propensione verso toni più bluesy e malinconici rende l’album non solo gradevole ma stimolante.

Jack Savoretti resta sicuramente un musicista non di primo piano all'interno del complesso e consistente panorama musicale, ma spesso alcuni protagonisti minori possono smuovere gli animi e “Harder Than Easy” contiene più di un episodio capace di farci sorridere alla semplicità di un pop acustico e sognante.

(17/09/2010)

  • Tracklist
  1. Map Of The World
  2. Wonder
  3. Northern Sky
  4. Lost America
  5. Mother
  6. Songs From Different Times
  7. Russian Roulette
  8. Breaking News
  9. Harder Than Easy
  10. Patriot
Jack Savoretti su OndaRock
Recensioni

JACK SAVORETTI

Before The Storm

(2012 - Fulfill Records)
Al terzo appuntamento discografico, Savoretti raccoglie l'ereditÓ del migliore folk-rock anni Settanta ..

JACK SAVORETTI

Between The Minds

(2007 - De Angelis Records)
Un esordio all'insegna della nostalgia e delle melodie semplici

News
Jack Savoretti on web