Steve Gunn & Mike Gangloff

Melodies For A Savage Fix

2013 (Important) | psichedelia, folk, blues

La bella collaborazione tra Steve Gunn (GHQ) e Mike Gangloff (Pelt) è un piccolo scrigno pieno di meraviglie. Per assemblarlo sono bastate alcune chitarre a sei e dodici corde, gong, tanpura e singing bowls. Il suono di un folklore che va al di là delle connotazioni geografiche e culturali, creando una sorta di mantra inebriante.

La prima traccia in scaletta del lato A del disco (per ora stampato solo in vinile, in un'edizione di 500 copie), “First Of Spring Trio”, ha dell'incredibile: l'atmosfera è sacrale come nelle improvvisazioni di Alice Coltrane, mentre i suoni sono quelli tipici delle nottate al Terrastock. I colori del folk e della psichedelia a stelle e strisce si mescolano con i timbri di alcuni strumenti indiani. L'improvvisazione è in punta di piedi, lenta e avvolgente.
Altrettanto efficace il blues ricoperto di sabbia della seconda traccia in scaletta, “Slide And Gong”: una passeggiata mistica tra i miraggi del deserto in compagnia dell'ombra di Chas Smith. Ancor più crepuscolare “Worry Past Worry”, dove una chitarra alla Bert Jansch si accompagna con un tanpura.

Il lato B del disco si apre con la lunghissima “12 String Topeka Am”, sorta di manifesto programmatico del duo, che con il suo lento crescendo di furioso fingerpicking tradisce tutto l'amore di Steve e Mike per John Fahey e Robbie Basho.

(27/11/2013)

  • Tracklist
  1. First of Spring Trio
  2. Slide And Gong
  3. Worry Past Worry
  4. 12 String Topeka AM
  5. Dive For The Pearl
Steve Gunn & Mike Gangloff on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.