Elevators To The Grateful Sky

Cape Yawn

2016 (Hevisike Records) | hard-psych

C'è qualcosa di nuovo nelle architetture sonore degli Elevators To The Grateful Sky, formazione di rock psichedelico proveniente dalla calda terra siciliana, giunta alla terza pubblicazione ufficiale dopo l'omonimo Ep d'esordio e il primo album "Cloud Eye", risalente a un paio d'anni fa.
C'è qualcosa di nuovo fra le spire di "Mongerbino", dove nel finale si lasciano implodere i riff zeppeliniani in un funketto dalle ascendenze caraibiche, parente stretto del Santana dei primi lavori, così come fra le sinuosità che contrassegnano la strumentale title track, abbellita dal suono del sassofono nella seconda metà, sax pronto a farsi protagonista, in sensuale solitudine, nella breve "Laura", l'omaggio a Mark Sandman interamente immerso nel liquido amniotico dei Morphine.

Poi ci sono le grandi conferme, come i riff tritatutto di "Ground", perfetta fusione di due fra le principali ispirazioni degli Elevators To The Grateful Sky - Black Sabbath e Queens Of The Stone Age - come lo stoner che viaggia alla velocità della luce in "All About Chemistry", come le derive grunge, versante Alice In Chains, meno ostentate rispetto all'album precedente.
Aggiungete a tutto questo il desert-rock dei Kyuss, la psichedelia tardo sixties che trabocca un po' ovunque (omaggiata in maniera evidente sin dal nome della band) e alcune riuscite brillantezze acustiche, che s'impossessano della scena soprattutto in occasione della conclusiva "Unwind", ed ecco che il quadro stilistico diviene chiarissimo.

"Cape Yawn" è un disco importante: tredici tracce densissime studiate per incrementare ulteriormente l'eclettismo del quartetto, e che costituiscono l'esordio per la label inglese Hevisike Records.
Consentendo di proseguire in maniera egregia un percorso virtuoso, costellato anche da buone recensioni raccolte sulla stampa estera, di uno fra i migliori gruppi hard-psych della scena europea contemporanea.

(02/08/2016)

  • Tracklist
  1. Ground
  2. Bullet Words
  3. All About Chemistry
  4. Dreams Come Through
  5. A Mal Tiempo Buena Cara
  6. Kaiser Quartz
  7. I, Wheel
  8. Mongerbino
  9. Cape Yawn
  10. We're Nothing at All
  11. Laura (one for Mark Sandman)
  12. Mountain Ship
  13. Unwind
Elevators To The Grateful Sky su OndaRock
Recensioni

ELEVATORS TO THE GRATEFUL SKY

Nude

(2019 - Sound Effect)
Giunta al terzo capitolo, la formazione psych-rock siciliana aggiunge speziature grunge, stoner ..

ELEVATORS TO THE GRATEFUL SKY

Cloud Eye

(2014 - Transubstans Records)
L'album d'esordio del quartetto hard-psych/stoner siciliano

Elevators To The Grateful Sky on web



Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.