Guided By Voices

Warp and Woof

2019 (Rockathon) | indie-rock

Solo Robert Pollard conosce il segreto per scrivere, arrangiare e far uscire 68 brani in un anno. Come valutare quindi ogni uscita inedita dei Guided By Voices, una delle realtà più prolifiche, eclettiche e folli del panorama indie pop-rock americano? La band di Dayton aveva realizzato quest’anno un album torrenziale e brillante, “Zeppelin Over China” (Rockhaton, 2019), al quale si aggiungono queste 24 tracce altrettanto estrose e intelligenti.

Pollard è un genio, uno dei nomi che ha dato e dà ancora senso, ratio e colore al termine “indie-rock”. “Warp And Woof” è un viaggio dal sapore pop-rock psichedelico che salta con grande disinvoltura e padronanza tra gli anni 60 e 90, in brani che piovono a catena, strampalati, indefinibili e imprevedibili, ma tutti accomunati dall’inconfondibile timbro vocale di Pollard, dal suo tono ironico e iconoclasta.
Si susseguono 24 brevi racconti sonori ben caratterizzati e personali, scritti tra una data e l’altra del tour e divisi idealmente/equamente tra Cincinnati ("W.A.R.P.") e Cleveland ("W.O.O.F."), di nemmeno 2 minuti ciascuno – solo due brani superano questa durata (“Blue Jay House” e “It Will Never Be Simple”).


“Angelic Weirdness” e “Mumbling Amens” – particolarmente intrigante la seconda – hanno il sapore agrodolce delle ballate dei Guided By Voices, mentre nella deliziosa “Photo Range Between” la band gioca con lo spirito dei Beach Boys, per poi cambiare completamente registro nella successiva “My Dog Surprise” in cui Pollard imposta una voce quasi da crooner tra sferzate di chitarra psichedeliche.
Ma ci sono anche l’andatura à-la Clash di “Tiny Apes”, la ballata dreamy-psych “Down The Island”, i riff hard-rock di “Thimble Society”, gli arpeggi folk e gli archi di “Even Next”, così come lo stile squisitamente Brit anni 60 di “It Will Never Be Simple”, il dolce tripudio strumentale di “Warp And Woolf”, unico brano scritto dal chitarrista Doug Gillard. Chiude “End It With Light”, perfetto inno indie pop-rock aggiornato agli 00's con la classe e la leggerezza che solo i bozzetti musicali di Pollard possono avere.

I dischi dei Guided By Voices si confermano ascolti piacevolissimi, non scontati o ripetitivi. Si è sopraffatti dall’energia e dalla varietà di un album che in sé è costruito quasi come se fosse un unico brano progressive, in cui sono riproposti nella chiave tipica del gruppo i molteplici stili rock della tradizione anglofona, inglese e americana.

(30/12/2019)

  • Tracklist
  1. Bury The Mouse
  2. Angelic Weirdness
  3. Foreign Deputies
  4. Dead Liquor Store
  5. Mumbling Amens
  6. Cohesive Scoops
  7. Photo Range Within
  8. My Dog Surprise
  9. Tiny Apes
  10. Blue Jay House
  11. Down The Island
  12. Thimble Society
  13. My Angel
  14. More Reduction Linda
  15. Cool Jewels And Aprons
  16. Even Next
  17. It Will Never Be Simple
  18. The Stars Behind Us
  19. Skull Arrow
  20. Out Of The Blue Race
  21. Coming Back From Now On
  22. The Pipers, The Vipers, The Snakes!
  23. Time Remains In Central Position
  24. End It With Light
Guided By Voices su OndaRock
Recensioni

GUIDED BY VOICES

Surrender Your Poppy Field

(2020 - Guided By Voices)
Dopo la scorpacciata di tre album dello scorso anno, l'inarrestabile Robert Pollard torna col primo lavoro ..

GUIDED BY VOICES

Zeppelin Over China

(2019 - Rockathon)
Iperproduttivo come al solito, Robert Pollard ci regala altre 32 canzoni di ispiratissimo alt-rock ..

GUIDED BY VOICES

August By Cake

(2017 - Guided By Voices)
Il primo, monumentale album doppio della storica formazione dell'Ohio

GUIDED BY VOICES

Please Be Honest

(2016 - Guided By Voices)
Ennesima rinascita per la band di Robert Pollard, in zona nadir

GUIDED BY VOICES

Motivational Jumpsuit

(2014 - Fire)
Pollard e Sprout virano verso un pop-rock più accessibile e d'impatto

GUIDED BY VOICES

Class Clown Spots A UFO

(2012 - Fire)
La seconda delle tre uscite del 2012 della band di Robert Pollard

GUIDED BY VOICES

Let's Go Eat The Factory

(2012 - Fire)
Robert Pollard rispolvera la sua vecchia band per un disco che soddisfa vecchi fan e neofiti

GUIDED BY VOICES

The Bears For Lunch

(2012 - Fire)
Gli stakanovisti GBV al terzo disco annuale

News
Guided By Voices on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.