Psapp

Tourists

2019 (The state51 Conspiracy) | toy-pop

I fortunati che quindici anni or sono riuscirono a incappare nell'esordio degli Psapp (“Tiger, My Friend”, 2004) hanno avuto modo di scoprire quanto il sodalizio musicale fra Carim Clasmann e Galia Durant sia stato qualcosa di speciale fin dall'inizio. Chi altro è riuscito a sviluppare una formula musicale tanto originale e varia? Capaci di fondere fondamenta cantautoriali con un approccio giocoso alla musica, i due hanno dato vita a una storia lunga cinque album. Questo “Tourists” esce a distanza di sei anni dall'ultimo “What Makes Us Glow”, analogamente a quanto successe con il precedente “The Camel's Back”, infatti, come spiegato nell'intervista che ci ha concesso, la band ha la tendenza a lasciar decantare l'ispirazione, senza l'ansia di pubblicare frequentemente.

Ciò che balza immediatamente all'orecchio ascoltando le prime tracce è il piglio minimalista: la maggior parte dei ritmi è compassata e il piano è lo strumento-cardine di gran parte delle canzoni, deviando il focus verso un suono diverso rispetto alla verve frizzante che caratterizza lo stile Psapp.
Sia “uPVC” che “Glove” sono ballate crepuscolari con timbri dal sapore autunnale, sospese fra un vociare di sottofondo, un rullante leggermente accarezzato o note di piano solitarie. Sullo stesso tenore si attesta la bellissima “Vision”, che tinteggia delicati intrecci strumentali fra archi, piano e accenni di reticoli elettronici.
Per tornare su tonalità più vivaci, bisogna ascoltare la coppia iniziale “Progress” e “Tourist”, dove si ritrova un brio rivitalizzante, che tuttavia si integra perfettamente con il tono rilassato dell'album.
A coadiuvare la varietà della scaletta contribuiscono simpatici strumentali sotto il minuto: in questi pochi scampoli di musica, gli Psapp danno sfogo a tutta la loro fantasia in materia di composizione prettamente sonora, mischiando abilmente elettronica e field recordings (“Woods”, “Slippery” e “BIG”).

Andando avanti con l'ascolto non si può rimanere indifferenti a “Pieces”, forse il brano più rappresentativo di tutta la raccolta. L'incedere quasi tribale delle percussioni è screziato da vari campionamenti e fraseggi strumentali in cui la voce di Galia si incastra magnificamente in un andirivieni ipnotico, è inoltre interessante notare a un ascolto più attento quanti siano gli strati di cui è composta questa canzone. Riuscire a mascherare la complessità al servizio di una canzone pop è un traguardo che solo i migliori riescono a raggiungere.
Sul finire, il disco si attesta su canoni qualitativi leggermente più standard (i sussurri digitali in “Land”, le acrobazie percussionistiche di “Work”), con “Orekche” ennesimo manifesto toy-pop. Di fatto il disco finisce come era iniziato: in “A Fit” Galia Durant canta una dolcissima piano-song disturbata solo da un'increspatura digitale in sottofondo, un pezzo essenziale e dalla bellezza semplice e purissima.

Gli Psapp confermano per l'ennesima volta la natura puramente creativa del loro progetto musicale, slegata da qualsiasi esigenza produttiva o contrattuale, interamente focalizzata sulle idee e sull'urgenza di esprimersi attraverso la musica. “Tourists” è un album che si inserisce in un percorso artistico la cui conclusione è per nostra fortuna molto lontana: il fervore del duo inglese è un fuoco mai domo, che animerà per molto tempo le nostre vite.

(15/09/2019)



  • Tracklist
  1. UPVC
  2. Progress
  3. Tourist
  4. Woods
  5. Vision
  6. Glove
  7. Slippery
  8. Pieces
  9. Land
  10. Orekche
  11. Work
  12. A Fit
  13. BIG
Psapp su OndaRock
Recensioni

PSAPP

What Makes Us Glow

(2013 - The state51 Conspiracy)
Il ritorno delle sfavillanti giostrine toy-pop di Carim Clasmann e Galia Durant

PSAPP

The Camel's Back

(2008 - Domino Recordings)
Geniale frullato canzonettaro per il ritorno della coppia del toy-pop

PSAPP

Tiger My Friend (ristampa)

(2007 - Domino)
Ristampata l'opera prima di Carim Classman e Galia Durant

Psapp on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.