Offermose

Stilhedens Tårn

2020 (Third Coming / Pomperipossa) | dark ambient, dungeon synth, berlin school

L’artista danese Anders Nydam, in arte Offermose, ha elaborato e messo a fuoco uno stile personale in grado di spaziare da visioni cosmiche a segrete medievali. Nel suo nuovo album “Stilhedens Tårn”, in uscita per Third Coming e Pomperipossa, la sua musica sembra trascinarci in un’altra era oscura, un medioevo dell’anima tra le rovine del vuoto cosmico, un “altrove” da dove contemplare la luce di stelle morte da eoni. La sua lucida visione dark ambient fonde in maniera esemplare fredde suggestioni dungeon synth (Mortiis, Burzum) e reminiscenze Berlin school (Tangerine Dream, Klaus Schulze).

Le sei tracce che compongono l’album mostrano appieno le potenzialità del suo sound, tra nebbia e bastioni abbandonati che sembrano riemergere dalla polvere della storia. L’iniziale “Seklernes Nat” vede anche la partecipazione di Kim Larsen (:Of the Wand & the Moon:) al sintetizzatore. L’ottima “Sjaelens Ruin” è capace di evocare immagini primordiali, ma è al contempo un brano non alieno a complesse stratificazioni sonore dove innervare le melodie delle tastiere. Il video che accompagna il brano è stato creato da Last Oblivion ed è una discesa aerea e sognante capace di valorizzare la deriva sophomore dell’artista danese. Altro punto di forza dell’album è la stupenda “Korrupt Tradition”, brano che abbiamo già avuto modo di apprezzare, dato che era già stato pubblicato nella compilation “19 Beläten - En Sommar Av Plåga”.

Da segnalare anche l’uso della voce che, efficacemente distorta come nella title track, getta un aurea malevola sulle atmosfere create dal musicista danese. Non è un caso che Offermose abbia aperto alcuni concerti recenti di Mortiis, un artista molto affine alla sua poetica e alle sue atmosfere, come si evince anche ascoltando un brano come “Langs Skaebnens Kyst”. Quest’ultimo vede la collaborazione al sintetizzatore con Angst (Den Sorte Død), anche lui alla corte di Pomperipossa, la label gestita da Anna von Hausswolff. In effetti, nel lavoro di Offermose si percepisce anche una certa visione magica, orchestrale e di ampio respiro, vicina a quella dell’artista svedese.

“Stilhedens Tårn” è un’ottima uscita, disponibile in vari formati (vinile nero, vinile blu e nero, cd digipack). Le prime cento copie del vinile includono un gioco da tavolo fantasy “Tower of Silence”. L’artwork è a cura di Tina Damgaard.
Siamo di fronte a un disco altamente consigliato a tutti gli amanti di sonorità ambient/dungeon, uno dei lavori più validi del genere in un anno che ha visto il prepotente ritorno in auge di certe sonorità oscure, mesmeriche e dal nero afflato cosmico. 

(17/10/2020)



  • Tracklist
  1. Seklernes Nat
  2. Stilhedens Tårn
  3. Sjælens Ruin
  4. Korrupt Tradition
  5. Langs Skæbnens Kyst
  6. Tvillingeflamme
 


Offermose on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.