Suuns

Fiction Ep

2020 (Joyful Noise / Secret City) | alt-rock, avantgarde

Il passaggio dei Suuns da Secretly Canadian – che finora ne aveva curato le uscite – a Joyful Noise è un Ep di sei canzoni per un totale di venti minuti di orologio. Una scheggia impazzita ancora più difficile da inquadrare rispetto ai già non semplicissimi album precedenti, e pertanto un ulteriore tassello nel puzzle sonoro al quale i quattro di Montreal non sembrano intenzionati a voler dare una forma compiuta.

Nella sua breve corsa, “Fiction” si lancia in una sorta di crescendo di decibel che parte dalle orazioni al contempo sacre e inquietanti di “Look”, che pian piano scompare in un placido mare rumorista, fino al caos irreparabile di “Trouble Every Day”, nel quale le parole di Frank Zappa tornano da un passato ormai lontano - eppure mai così vicino - per profetizzare il bombardamento di informazioni cui siamo sottoposti quotidianamente su un sottofondo di chitarre che alimentano la confusione.
Il contributo degli ospiti è tutt'altro che irrilevante: la presenza di Rawdan Ghazi Moumneh dei Jerusalem In My Heart fa di “Breathe” una sorta di cavalcata nel deserto che rievoca l'album scritto a quattro mani pochi anni fa. L'altra guest è Amber Webber dei Lightning Dust in “Death”, con la voce femminile a ricreare un altro effetto messianico ed etereo sopra a basi che inscenano una ambient distopica e postmoderna.

Di fatto è il nucleo centrale del disco - formato dal dittico “Pray” e “Fiction” - a ripresentare i Suuns nella loro forma più riconoscibile, con la prima che fa sgorgare la sezione ritmica dai marosi elettronici e la seconda che torna a muoversi con l'andatura al rallentatore che è una sorta di marchio di fabbrica dei canadesi. Se non altro, questi due brani dimostrano le grandi potenzialità dei Suuns nella versione più standard, quella che decide di accettare i canoni della forma-canzone. D'altro canto, le sperimentazioni accennate nel resto del repertorio testimoniano la capacità della band di muoversi anche nei territori dell'avanguardia. Quale delle due strade prenderà il sopravvento sull'altra?

(11/11/2020)

  • Tracklist
  1. LOOK
  2. BREATHE (feat. Jerusalem In My Heart)
  3. PRAY
  4. FICTION
  5. DEATH (feat. Amber Webber)
  6. TROUBLE EVERY DAY


Suuns su OndaRock
Recensioni

SUUNS

Felt

(2018 - Secretly Canadian)
Al quarto album il sound dei canadesi si fa più concreto, ma non meno imperscrutabile

SUUNS

Hold/Still

(2016 - Secretly Canadian)
Il combo di Montreal alle prese con un immaginario oscuro e frammentario

SUUNS

Images Du Futur

(2013 - Secretly Canadian)
Il secondo, inquieto passaggio della band di Montreal: immagini bagnate di rock sperimentale ed elettronica ..

News
Live Report
Suuns on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.