King Gizzard & The Lizard Wizard

L.W.

2021 (Flightless)
psych-rock, microtonal

Terzo album di musica microtonale per gli inarrestabili King Gizzard & The Lizard Wizard, compendio dell’ultimo album in studio “K.G:”, completamento della trilogia Microtonal Tuning Trilogy iniziata nel 2017 con “Flying Microtonal Banana”, nonché una delle pagine più leggere e variegate del gruppo australiano.

“L.W.” approfondisce ed espande le già sperimentate assonanze con la psichedelia turca. Come moderni dervisci, Stu Mackenzie e compagni tessono una ricca tela di variazioni sul tema, ingannando il fruitore distratto con una leggerezza timbrica degli strumenti che è in verità frutto della registrazione a distanza dei vari elementi, ma anche del commiato del batterista e manager Eric Moore (ruolo ora assunto da Michael Cavanagh).
Il meccanismo che agita le acque del gruppo psych-rock non si è ancora arrugginito, anzi si arricchisce di sfumature acid-folk-world, amalgamando raga indiani e armonie desert-blues in una delle tracce più oniriche e ipnotiche del proprio repertorio, “Static Electricity”, accennando sonorità prog-rock con tanto di wah-wah e voci mistico/rituali (“Pleura”).

I King Gizzard & The Lizard Wizard non restano ancorati alla natura concettuale della musica microtonale, tant'è vero che la sporcano non solo con riff arabeggianti ma anche con modalità western, funk e synth-pop (“If Not Now, Then When?”), sfiorando un potenziale hit single nella giostra di world music e psychedelic-rock di “O.N.E.” e inciampando appena su improbabili ibridazioni ritmiche in “Supreme Ascendancy”.
Per una band che continua imperterrita nel pubblicare dischi live a sorpresa - l’ultimo, appena uscito è “Live In Melbourne 2021” - la discografia in studio assume sempre di più l’aspetto di un campionario dal quale estrarre meraviglie per i futuri concerti.

Non stupisce dunque che gli album scivolino senza troppe sorprese e innovazioni: molti brani non fanno altro che migliorare alcune intuizioni già elaborate - la virtuosa danza mediterranea di “East West Link” - o anticipare potenziali ambiti creativi ancora inesplorati, come il rock teutonico di “Ataraxia” e il minimalismo Reich-iano di “See Me”.
Ultimo ma non ultimo arriva anche il brano predestinato a rinvigorire l’entusiasmo per una formula comunque rodata e ampiamente digerita, ovvero la lunga “K.G.L.W.”, alla quale non mancano elementi di spicco e un barocchismo hard-rock solido e grintoso. Un brano altresì idoneo ad alimentare la curiosità per le future gesta dei giocolieri della psichedelia contemporanea.

“L.W.” è un passo avanti rispetto a “K.G.”, ma non è un grosso passo avanti rispetto al passato. Come ha dichiarato il chitarrista Joey Walker: “Una parte di me pensa che sia la cosa migliore che abbiamo mai fatto. E una parte di me pensa che sia la cosa peggiore". Non ditegli che probabilmente ha ragione.

30/03/2021

Tracklist

  1. If Not Now, Then When?
  2. O.N.E.
  3. Pleura
  4. Supreme Ascendancy
  5. Static Electricity
  6. East West Link
  7. Ataraxia
  8. See Me
  9. K.G.L.W.






King Gizzard & The Lizard Wizard sul web

Tutte le recensioni su OndaRock
KING GIZZARD & THE LIZARD WIZARD
Petrodragonic Apocalypse; Or, Dawn Of Eternal Night: An Annihilation Of Planet Earth And The Beginning Of Merciless Damnation

Thrash metal in modalità jam session per il gruppo australiano

KING GIZZARD & THE LIZARD WIZARD
The Silver Cord

Il passo lungo dal thrash-metal alla disco-music ad opera della band australiana è a dir poco straniante

KING GIZZARD & THE LIZARD WIZARD
Butterfly 3001

Stop all'enorme mole di live album, per la band psych-rock è tempo di remix

KING GIZZARD & THE LIZARD WIZARD
Omnium Gatherum

Il tour de force post-pandemico degli australiani regala più di un sussulto

KING GIZZARD & THE LIZARD WIZARD
Ice, Death, Planets, Lungs, Mushrooms And Lava

Tre nuovi progetti per il combo australiano, avanti con il primo capitolo

KING GIZZARD & THE LIZARD WIZARD
Laminated Denim

Due jam session di 15 minuti per un interlocutorio progetto della band australiana

KING GIZZARD & THE LIZARD WIZARD
Changes

Eleganze psych-soul e divagazioni pop-rock per un'altra pagina targata 2022 della band australiana

KING GIZZARD & THE LIZARD WIZARD
Butterfly 3000

L'eccitante svolta elettronica in chiave psych-pop della band australiana

KING GIZZARD & THE LIZARD WIZARD
Chunky Shrapnel

Il documento ufficiale della band di Stu MacKenzie dopo i tre album live per raccogliere fondi per i boschi australiani

KING GIZZARD & THE LIZARD WIZARD
K.G.

Dopo sei album live e una raccolta di demo, la band australiana torna a incidere nuovo materiale

KING GIZZARD & THE LIZARD WIZARD
Fishing For Fishies

Partendo da jam session blues, gli australiani realizzano il loro album pop

KING GIZZARD & THE LIZARD WIZARD
Infest The Rats' Nest

Quota quindici per gli australiani, questa volta alle prese con il thrash-metal e una inedita formazione di tre elementi

KING GIZZARD & THE LIZARD WIZARD
Flying Microtonal Banana

Il primo dei 5 album che la band australiana promette di pubblicare nel 2017

KING GIZZARD & THE LIZARD WIZARD
Murder Of The Universe

Terrore dallo spazio profondo per i maestri della nuova psichedelia australiana

KING GIZZARD & THE LIZARD WIZARD WITH MILD HIGH CLUB
Sketches Of Brunswick East

La pubblicazione in cd/Lp del disco estivo offre nuove chiavi di lettura per la band australiana

KING GIZZARD & THE LIZARD WIZARD
Polygondwanaland

Il progressive rock si impossessa della funambolica mistura psichedelica della band australiana

KING GIZZARD & THE LIZARD WIZARD
Gumboot Soup

Il quinto tassello del folle progetto della band australiana, anticipato da una pubblicazione solo in digitale nel 2017

KING GIZZARD & THE LIZARD WIZARD
Nonagon Infinity

Un'eclatante conferma in chiave hard-rock per il gruppo australiano

KING GIZZARD & THE LIZARD WIZARD
Oddments

La rivoluzionaria bizzarria psichedelica della band australiana

KING GIZZARD & THE LIZARD WIZARD
I'm In Your Mind Fuzz

Prosegue la trance psichedelica del gruppo australiano