Radiohead

KID A MNESIA

2021 (XL) | rock

Attraverso l'unione di "Kid A" e "Amnesiac", insieme a un terzo album di pseudo-inediti, "Kid Amnesiae", i Radiohead effettuano una sorta di ermeneutica della propria discografia: un'operazione critica più che musicale. I due album nascono già in un certo senso uniti, e sono entrambi il prodotto dei "postumi" di "Ok Computer". È il 1997, e il mondo sta lentamente cadendo a pezzi. Thom Yorke è nel pieno di una crisi esistenziale, vuole e non vuole essere una rockstar, tende - più che all'auto-distruzione à-la Cobain - a una sorta di blocco, di "gelo".
I tour, il successo mondiale, nulla riesce a rendere felice Yorke, preso dal blocco dello scrittore e dalle sue meravigliose paranoie e auto-critiche. La pressione è fortissima: i Radiohead sono "la" band, dietro c'è una macchina per far soldi, mica si campa di sola arte. Ed è in questo crocevia tra i propri demoni interiori - "è come se non avessi la capacità di rispondere alla pressione e la interiorizzassi", afferma Yorke in un'intervista - e il mondo, tutto intorno che crolla, lentamente, quasi invisibilmente; in questo crocevia nascono "Kid A" e "Amnesiac", due gemelli separati dalla nascita e riuniti in "KID A MNESIA", registrati nelle medesime sessioni, fitti di richiami tra l'uno e l'altro.

Uscite rispettivamente nel 2000 e nel 2001, le due opere diventano non solo parte integrante della storia della musica contemporanea, ma anche un simbolo. Quello di un nuovo modo di essere una rock band, senza enfasi, "no alarms & no surprises", senza pose, senza dare troppo spettacolo di sé, perché d'altronde se il mondo sta inevitabilmente crollando, a cosa serve ribellarsi? Verrebbe da chiedersi allora a cosa serve fare musica? Serve per esistere, ma in un bunker, scomparendo, completamente, ostinatamente, negando a se stessi il mondo esteriore. Serve a entrare in una dimensione metafisica, dove il suono si fa sensazione, eco, rimando, dove le parole sono ridotte al minimo. In questo altrove, il misterioso KID A vive nelle ombre del proprio letto, si cavalcano cavalli fantasma, si vive come in una casa di vetro e si sta come sardine in scatola.
Yorke usa l'autotune, la sua voce si fa macchina, è sempre meno paranoide e sempre più androide: la trasformazione è avvenuta. L'operazione sul suono è di natura altrettanto concettuale, bisogna erodere, ammorbidire, costruire dei tappeti sonori che siano in sintonia con lo zeitgeist di fine millennio.

Il terzo disco della raccolta è probabilmente dedicato per la maggior parte a questo scopo. Dalla reprise di "Like Spinning Plates/ Why Us", che suona come un voler ribadire il concetto, se non si fosse capito, tra malinconiche tastiere e archi solenni: "I'm living in cloud cuckoo land/ And this just feels like spinning plates/ My body is floating down the muddy river". Il suono diviene un oggetto fluttuante nello spazio, la voce si fa sempre più ingloriosamente lamentevole, mentre nei tre "Untitled" è l'indecifrabilità dei suoni, per converso, ciò che traspare all'ascolto.
Arriviamo così ai brani più degni di nota del disco, tra i primi il singolo di lancio "If You Say The Word", una tipica ballata à-laRadiohead che tra onde Martenot (un classico di Jonny Greenwood, adulatore di Messiaen) e il suo immaginario video che riporta a Black Mirror potrebbe essere interpretata come un appello rivolto da Yorke all'ascoltatore:
When you spend your life wishing a twinkling star
When you forget how lucky you are
Buried in rubble sixty foot down
If you say the word, if you say the word
If you say the word, if you say the word
Then I'll come running
La medesima desolazione la ritroviamo in "Fog", dove l'evanescenza del suono si mescola all'oscuro ermetismo delle lyrics, per poi terminare con un'inquietante distorsione di una voice recorded: "Good night, everybody, thank you". Il mash-up tra "Pulk/Pull" e "True Love Waits" rende molto bene l'idea di un canto d'amore triturato dalla drum machine, mentre "Pyramid Strings" e "How To Disappear Into Strings" non sono altro che la colonna sonora di un film distopico. Con piacevole sorpresa, troviamo "Follow Me Around", traccia composta nel 1998 e nel cui video, datato 1° novembre 2021, l'attore Guy Pearce è inseguito da un drone. Il brano può essere definito come un epitaffio; in un mondo dove le persone si muovono in "sciami", Yorke non gira troppo intorno al problema:
Nowadays I get panicked
I cease to exist
I have ceased to exist
I feel absolutely nothin'
The words are out of ink
The words you know are out of ink
Le parole, ridondanti, hanno terminato l'inchiostro, eppure c'è ancora una chitarra acustica che risuona, dolcemente, nell'aria. Con il terzo disco si conclude un'esperienza di ascolto, un dono che proviene dal passato ma si rivolge al presente e al nebbioso futuro.
Non è possibile ascoltare l'operazione meta-storicistica dei Radiohead, ovvero "KID A MNESIA", senza pensare al periodo politico attuale. Come se i due album fossero stati una profezione avveratasi nel giro di vent'anni. Peccato che alcuni spunti avrebbero potuto costituire una nuova opera, e al di là di realtà virtuali et similia, ci si augura che ciò accada molto presto.

(16/11/2021)

  • Tracklist

Kid A

  1. Everything In Its Right Place
  2. Kid A
  3. The National Anthem
  4. How To Disappear Completely
  5. Treefingers
  6. Optimistic
  7. In Limbo
  8. Idioteque
  9. Morning Bell
  10. Motion Picture Soundtrack

 

Amnesiac

  1. Packt Like Sardines In A Crushd Tin Box
  2. Pyramid Song 
  3. Pulk/Pull Revolving Doors
  4. You And Whose Army?
  5. I Might Be Wrong 
  6. Knives Out 
  7. Morning Bell/Amnesiac
  8. Dollars And Cents
  9. Hunting Bears
  10. Like Spinning Plates
  11. Life In A Glasshouse

Kid Amnesiae

  1. Like Spinning Plates (‘Why Us?’ Version)
  2. Untitled V1
  3. Fog (Again Again Version)
  4. If You Say the Word
  5. Follow Me Around
  6. Pulk/Pull (True Love Waits Version)
  7. Untitled V2
  8. The Morning Bell (In the Dark Version)
  9. Pyramid Strings
  10. Alt. Fast Track
  11. Untitled V3
  12. How to Disappear Into Strings


Radiohead su OndaRock
Recensioni

RADIOHEAD

OK Computer OKNOTOK 1997-2017

(2017 - XL)
Special edition rimasterizzata con B-side e tre inediti per celebrare il ventennale del disco definitivo ..

RADIOHEAD

A Moon Shaped Pool

(2016 - XL)
Colpo di classe dei Radiohead con il loro disco più umano e intimista

RADIOHEAD

The King Of Limbs

(2011 - Autoprodotto)
Spleen granitico e introspezione nel nuovo disco della band di Oxford

RADIOHEAD

TKOL RMX 1234567

(2011 - XL Recordings)
Diciannove remix per le otto tracce di "The King Of Limbs", con Caribou e Four Tet fra i protagonisti ..

RADIOHEAD

In Rainbows

(2007 - XL Recordings)
L'ultimo disco di Yorke & c. sul web al prezzo scelto dagli utenti

RADIOHEAD

Hail To The Thief

(2003 - Capitol)

RADIOHEAD

Amnesiac

(2001 - Emi)

RADIOHEAD

Kid A / Amnesiac

(2000 - Capitol)

RADIOHEAD

Ok Computer

(1997 - Capitol)
La svolta di Thom Yorke e soci: dal pop degli esordi a un rock elettronico "totale"

News
02/11/2021
I Radiohead condividono la "lost track" "Follow Me Around"


24/05/2021
The Smile è il nuovo gruppo di Thom Yorke e Johnny Greenwood


06/12/2019
Ascolta "Brasil", il nuovo singolo di Ed O'Brien dei Radiohead [Video]


12/01/2019
Radiohead, la b-side "Ill Wind" adesso disponibile in streaming [Listen]


08/01/2018
I Radiohead accusano Lana Del Rey di aver plagiato “Creep” e la portano in tribunale


12/09/2017
Radiohead, guarda il video di "Lift" [Video]


17/08/2017
Terzo disco solista per Philip Selway dei Radiohead: ascolta un primo estratto [Listen]


23/06/2017
Radiohead: pubblicato il video ufficiale di “Man Of War” [Video]


16/06/2017
Radiohead, Thom Yorke annuncia un concerto nelle Marche per i terremotati


02/06/2017
Ecco "I Promise", primo inedito dei Radiohead dalla ristampa di "OK Computer" [Video]


04/05/2017
Radiohead, annunciata una re-issue di "OK Computer" con 3 inediti [Listen]


31/10/2016
I Radiohead annunciano due date in Italia


08/05/2016
E' uscito il nuovo album dei Radiohead


06/05/2016
Domenica esce il nuovo album dei Radiohead


03/05/2016
Radiohead - "Burn The Witch" [VIDEO]


03/05/2016
I Radiohead pubblicano un primo, enigmatico teaser per il nuovo disco


15/04/2016
Il manager dei Radiohead conferma: il nuovo album esce in giugno


21/03/2016
Radiohead da maggio in concerto ma nessuna data in Italia


22/01/2016
I Radiohead al festival di San Gallo (Svizzera)


02/08/2014
Phil Selway - "Coming Up For Air" [VIDEO]


14/07/2014
Radiohead: iniziano a settembre i lavori per il nuovo album


02/04/2014
Radiohead: a fine estate si deciderà per il prossimo album


28/06/2012
Radiohead, riprogrammate a settembre le date cancellate


07/06/2011
Radiohead: remix in 12"


14/02/2011
Il nuovo disco dei Radiohead


Live Report
Speciali

Radiohead on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.