Stereolab

Pulse Of The Early Brain (Switched On Vol. 5)

2022 (Duophonic) | alt-pop, indietronica, experimental rock

Nella loro pluridecennale carriera, gli Stereolab sono sembrati per costituzione incapaci di resistere all’opportunità di divulgare il proprio materiale attraverso i più disparati metodi, rendendo assai difficoltoso seguire le infinite sfaccettature che hanno contraddistinto l’architrave della loro avanguardistica visione art-rock e avant-pop. Un modus operandi che li ha resi pressoché unici nel panorama musicale moderno. Fortunatamente, il loro abbraccio si è esteso anche alle compilation, scelta che ha consentito di raggruppare la selva di tracce vaganti in una collezione che è andata a comporre la serie “Switched On”. “Pulse Of The Early Brain” è la quinta puntata di questa saga, a trent’anni dalla pubblicazione del volume inaugurale.

 

I quattro brani che costituirono l’Ep “Low Fi” del 1992, tutti inseriti in questa raccolta, presentano Tim Gane e Laetitia Sadier (per la prima volta in line-up allargata) alle prese con i primordiali picchi proto-noise, autori di un campionario di suoni abrasivi nei quali è impossibile separare i ronzii emanati dall'organo Farfisa dai feedback della chitarra elettrica. Suoni ipnotici, rombate analogiche, scarabocchi di sintetizzatore vanno a plasmarsi in una forza collettiva autoalimentante. Analoghe situazioni si palesano nei nodosi riff chitarristici di “ABC”, il loro contributo a un album commemorativo dedicato alla band avant-noise newyorkese dei Godz.
L'amore incondizionato per il kraut-rock è ampiamente suffragato dai due lunghissimi brani d’apertura (insieme superano i trenta minuti). "Simple Headphone Mind" e "Trippin' With The Birds" sono composizioni datate 1997, nelle quali il genio di Steven Stapleton aka Nurse With Wound agisce da par suo,  facendo risaltare groove e armonie teutoniche, aggiungendo, inoltre, alcune raffinate texture dal nucleo ambient.

Le ritorte insistenze armoniche di "Robot Riot" (inedito assoluto) e i ritmi percolanti retro-futuristici di “Unity Purity Occasional” sono episodi legati a sonorizzazioni di accompagnamento alle esposizioni dello scultore newyorkese Charles Long, lo stesso che aveva ispirato i contenuti di “Music For The Amorphous Body Study Center”, il magistrale Ep del 1995, autentico spartiacque tra la produzione dei primi Stereolab e quella a seguire.
Dall’immenso catalogo fuoriescono le più estrose chicche (non è una novità), come l'avant-jazz di "Symbolic Logic Of Now" o la vivida lussuria di "Forensic Itch", dove sembra che il Brian Wilson dell'era “Smile” sia trasportato in un luccicante habitat fantascientifico.

 

Ciò che lega il policromo materiale di “Pulse Of The Early Brain” è il metodo con il quale ogni dettaglio riesumato da polverosi archivi sembri brulicare di novità, dove l'enfasi non è posta su melodia e arrangiamenti, ma sull’assoluta inventiva, che si tratti di sfumature melodiche ottenute portando al limite ogni stratagemma sonoro, di condivisioni artistiche vere e proprie (quella degli Autechre che remixano gli aguzzi profili di "Refractions In The Plastic Pulse"), ovvero di testimonianze live di "Cybele's Reverie", brano significativo presente nel seminale “Emperor Tomato Ketchup” del 1996, qui eseguito all'Hollywood Bowl nel 2004 e in grado di far salire in cattedra le importanti doti melodiche sempre possedute dagli Stereolab.
La maggior parte del materiale di questo quinto volume di “Switched On” sottolinea la grandezza degli Stereolab. In pochissimi, davvero, possono permettersi di pubblicare un disco contenente scarti, remix e b-side di siffatto livello.

(12/09/2022)

  • Tracklist
  1. Simple Headphone Mind feat. Nurse With Wound
  2. Trippin' With The Birds feat. Nurse With Wound
  3. Low Fi
  4. [Varoom!]
  5. Laisser-Faire
  6. Elektro [He Held The World In His Iron Grip]
  7. Robot Riot
  8. Spool Of Collusion
  9. Symbolic Logic Of Now!
  10. Forensic Itch
  11. Ronco Symphony [Demo]
  12. ABC
  13. Magne-Music
  14. Blaue Milch
  15. Yes Sir! I Can Moogie
  16. Plastic Mile [Original Version]
  17. Refractions In The Plastic Pulse [Feebate Mix] - Autechre Remix
  18. Unity Purity Occasional
  19. The Nth Degrees
  20. XXXOOO
  21. Cybele's Reverie [Live At The Hollywood Bowl]
Stereolab su OndaRock
Recensioni

STEREOLAB

Electrically Possessed (Switched On Volume 4)

(2021 - ‎Duophonic)
Quarto volume per la raccolta di singoli ed Ep del disciolto gruppo anglo-francese

STEREOLAB

Not Music

(2010 - Duophonic / Drag City)
Un opaco arrivederci - o forse un addio - dopo vent'anni di tastiere vintage e filastrocche contagiose ..

STEREOLAB

Chemical Chords

(2008 - 4AD)
Un nuovo ritorno per la matura coppia Gane-Sadier, sempre fedele a se stessa

STEREOLAB

Fab Four Suture

(2006 - Too Pure)

STEREOLAB

Margerine Eclipse

(2004 - Elektra)

STEREOLAB

Sound-dust

(2001 - Elektra)

STEREOLAB

Transient-Random Noise Bursts With Announcements

(1993 - Elektra)
Il capolavoro della band che nel decennio 90 ha coniato un nuovo stile di "pop retrofuturista"

News
Speciali

Stereolab sul web