Judas Priest

Invincible Shield

2024 (Columbia Sony Music)
heavy metal

È passato mezzo secolo dal primo album dei Judas Priest ("Rocka Rolla" del 1974) e se consideriamo che la band si è formata nel 1969 a Birmingham, allora parliamo di ben cinquantacinque anni di attività. Qualcosa di miracoloso, che va di pari passo a pochissime band capaci di restare sulla cresta dell'onda per un tempo altrettanto lungo. "Invincible Shield" conferma in pieno quello che è oggi l'heavy metal e quello che avevamo già detto per il nuovo album dei Saxon, pubblicato praticamente in contemporanea.
Oggi l'heavy metal delle band storiche è un atto di resistenza duro e puro al cambiamento del mondo e della società, non più un atto rivoluzionario ma un atto di pura e inossidabile conservazione (lo dimostra chiaramente anche il titolo e la copertina, uno scudo invincibile contro l'esterno, contro ogni forma di cambiamento). Un paradosso che facendo esattamente la stessa musica degli anni Settanta/Ottanta passano da essere avanguardia a divenire esattamente il suo opposto. Paradossale ma assolutamente vero.

In "Invincible Shield" i Judas Priest sono tecnicamente in gran forma, ma l'album non può che risultare un continuo ripetersi di cliché sentiti e risentiti, innumerevoli autocitazioni, alcune francamente incredibili. È davvero bizzarro che il ritornello di "Panic Attack" sia praticamente identico al quello del leggendario brano capostipite dell'heavy metal "Breaking The Law", ma situazioni simili (forse meno evidenti) potrebbero riconoscersi un po' ovunque. Molti brani speed ("The Serpent And The King", "As God Is My Business") possono anche risultare piacevoli per i metallari duri e puri. Chi invece cerca ogni tanto qualche guizzo innovativo non potrà che trovare l'album fin troppo ripetitivo e decisamente troppo lungo.

È anche vero, tuttavia, che aspettarsi evoluzioni particolari dai seppur celeberrimi Judas Priest (mai davvero all'avanguadia come Iron Maiden o Metallica, loro figli diretti) sarebbe stato sbagliato.

25/05/2024

Tracklist

  1. Panic Attack
  2. The Serpent And The King
  3. Invincible Shield
  4. Devil In Disguise
  5. Gates Of Hell
  6. Crown Of Horns
  7. As God Is My Witness
  8. Trial By Fire
  9. Escape From Reality
  10. Sons Of Thunder
  11. Giants In The Sky
  12. Fight Of Your Life
  13. Vicious Circle
  14. The Lodger 


Judas Priest sul web