Wora Wora Washington

Techno Lovers

2009 (Shyrec) | electro-rock

Formato da tre rodati musicisti della scena veneziana (Marco De Rossi, Matteo Scarpa, e Giorgio Trez), il power trio electro-rock dei Wora Wora Washington produce, nel novembre 2009, il primo full-length "Techno Lovers". I loro primi incendiari live coniugano lave elettroniche con battiti funk animaleschi, come se il Lou Reed della "Metal Machine Music" duettasse in jam session con Arthur Russell.
Nel disco di debutto, i loro missili nu-wave/nu-rave alla Supersystem, Klaxons ed Lcd Soundsystem sono spesso anthem cantati all'unisono ("Charleston Dancers"), tanto esplosioni ("Ten Seconds", "Twister", "Heart Ingestion", il groove con più tiro) quanto estroflessioni melodiche ("Seven Days" e il tributo agli Arcade Fire di "Daisy"). C'è comunque una certa esasperazione, nella loro modern dance ("Drum Machine"), e una produzione spettrale che sviluppa "Mike's Head", forse la loro commistione più riuscita, e lo strumentale "Cooking Meringues", in debito con i Kraftwerk.

Nonostante la temperatura già abbassata, a causa della sfiducia nel mezzo fonografico e una conseguente ferocia tarpata, i fendenti che risalgono dritti alla sorgente della "Transmission" dei Joy Division e le stilettate un po' sterili, "Techno Lovers" si difende con trovate d'incontinente entusiasmo ballabile. Gli Wora Wora Washington sono la prima band veneta a salire sul main stage di Italiawave, il discendente di Arezzowave, dalla cui performance è stato tratto il videoclip per "Daisy", e si sono esibiti in supporto all'unica data italiana dei Killing Joke. I testi sono della critica d'arte Giulia Galvan.

(03/11/2009)

  • Tracklist
  1. Twister
  2. Seven Days
  3. Ten Seconds
  4. Daisy
  5. Heart Ingestion
  6. Mike's Head
  7. Drum Machine
  8. Daja
  9. Charleston Dancers
  10. Cooking Meringues

Wora Wora Washington su OndaRock
Recensioni

WORA WORA WASHINGTON

Mirror

(2016 - Shyrec)
Terzo capitolo per il duo veneto, dal rinnovato furore

WORA WORA WASHINGTON

Radical Bending

(2012 - Shyrec)
Il secondo disco del trio veneto, implacabile continuatore di un feroce party-time

Wora Wora Washington on web