J-E-T-S.

Zoospa

2019 (Innovative Leisure) | electronic-soul,hip-hop, r'n'b

Un interessante tassello del ricco panorama electro-soul giunge dal duo di produttori americani Travis Stewart e Jimmy Edgar, qui sotto le mentite spoglie di una nuova formazione, J-E-T-S., ma già protagonisti di altri progetti a nome Morris Nightingale e Kristuit Salu (per Edgar), o Machine Drum, Syndrone e Tstewart (per Stewart).
Dopo una manciata di Ep pubblicati in questo secondo decennio degli anni 2000, il duo ha finalmente messo in piedi un vero e proprio album, pubblicato dalla Innovative Leisure. In equilibrio tra pop e sperimentazione, “Zoospa” tiene saldamente insieme tutti gli elementi necessari per mettere a punto le audaci intuizioni ritmiche deformate e destrutturate di Stewart e Edgar, con atipiche armonizzazioni che pescano nel r&b, nel jazz, nell’hip-hop, senza mai indugiare in un ambito stilistico troppo definito.

Un pop futurista per niente ruffiano o sopra le righe, quello dei J-E-T-S. (ci sono perfino accenni di armonie quartali), perfetto antidoto alla massificazione di certe sonorità create ad uso e consumo delle classifiche avide di novità, o dei critici in odore di santificazione del modernismo coatto.
Minimalismo industrial a tratti retrò (“Hyper Hibernate”), rave-sex (“Potions”), elettronica alla Autechre, ma più sudicia (“Team Effort”), un timido tentativo di dialogare con il pop (“Look Out”) e l’algido break/r&b di “Ocean Ppl” dichiarano guerra all’ambigua perfezione di molta musica da dance-club.

Il tono discreto scelto da Travis Stewart e Jimmy Edgar alfine ripaga, consolidando il fascino sobrio di “Zoospa”, un album che, al di là della pur cospicua presenza di importanti guest star (Dawn Richard, KingJet, Tkay Maidza, Rochelle Jordan, Mykki Blanco), affida la propria efficacia emotiva a qualcosa di ben più solido e resistente dell’effimero e superficiale fascino dell’hype. Resta giusto una sensazione di occasione perduta, in quanto il talento dei due produttori, pur uscendo vittorioso da questo tracciato su lunga distanza, non è ricompensato da un lavoro definitivo e compiuto.

Forse il duo ha volutamente scompigliato le carte, gettando un amo per un più rilevante progetto di là da venire, ma senza alcun dubbio questi trentacinque minuti circa di accordi e disaccordi, frutto di una notevole ricerca sonora intrapresa da anni a questa parte, sono un cospicuo anticipo di un promettente futuro per i J-E-T-S..

(03/01/2020)



  • Tracklist
  1. Fauna Sauna
  2. Potions
  3. Fire Fly
  4. Look Out
  5. Lotus HD
  6. Play
  7. Real Truth
  8. Ocean Ppl
  9. Hyper Hibernate
  10. Q Natural
  11. Team Effort
  12. Water And Stone




J-E-T-S. on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.