Xin

Melts Into Love

2019 (Subtext) | elettronica sperimentale

Dopo il “teaser” in forma di Ep dello scorso anno (“To Shock The Sky And Shake The Earth”, 2018), l’anonima creatura Xin esordisce sulla lunga distanza con “Melts Into Love”, che prosegue convintamente l’audace percorso di destrutturazione post-club intrapreso.
Ancor più sinistro e rombante del predecessore, il full-length contorce la materia elettronica mantenendo integri diversi aspetti ritmici e timbrici dell’Idm e della bass music britannica, attingendo ai fitti vocabolari degli Autechre per comporre frastornanti sintesi che, pur facendo capo all’immaginario della sottocultura rave, si mantengono a debita distanza dalle logiche del “ballabile” per affondare mani e piedi in un disagevole scenario distopico.

Tra horror vacui ed estasi, in “That There Is None” schegge noise distorte attraversano un coro artificiale che anela a un equilibrio ormai perduto: una tormentata tensione sacrale che si allinea alle sonorità con le quali, tra gli altri, hanno eccelso Paul Jebanasam e Joshua Sabin, e che avvicinano anche Xin all’ambito espressivo che oggi caratterizza gran parte dell’output a marchio Subtext.
Strutture caotiche diffuse intorno allo spazio acustico ci riportano nell’occhio del ciclone con “Spent, Wasted And Saved”, unico brano realizzato in collaborazione con Aya Sinclair (AYA, precedentemente LOFT) che contribuisce ad alimentare il processo di collasso della vertiginosa architettura digitale. I tonfi sordi di “Declared Denied” sembrano tagliare con l’accetta il ruggito di una possente creatura robotica, ulteriore manifestazione di un’eredità trance che va disconoscendosi per evolvere in una nuova forma più effimera, ibrida e inclassificabile. Così anche l’ottundente revival à-la Lorenzo Senni di “Ffantom Contendt” viene sommerso da alte maree che ne attutiscono le frequenze, come un caleidoscopio pulsante che scivola fuori fuoco sotto i nostri occhi.

“No Relief, No Perspective, No Vanishing Point”: ancora un’efficace suggestione visiva ed emozionale nella chiusura di questo primo Lp, in un magmatico ribollire pseudo-techno che nega ogni possibile riconciliazione con l’inquietante scenario partorito e smembrato da Xin che, sulla scia dell’opera in fieriLexachast”, aggiunge un altro significativo tassello al complesso e inafferrabile mosaico dell’elettronica hi-tech.

Seguendo l’esempio dell’etichetta all-digital Saplings fondata da Fis, tutti i ricavi dalla vendita del presente album saranno donati a Eden Reforestation Projects – ogni acquisto equivale ad almeno 40 alberi piantati.

(01/10/2019)

  • Tracklist
  1. All That Is Solid
  2. Crrrash!
  3. Real Frenzy
  4. That There Is None
  5. Myopia
  6. Spent, Wasted And Saved (ft. AYA)
  7. Declared Denied
  8. Ffantom Contendt
  9. Virtually Asocial
  10. No Relief, No Perspective, No Vanishing Point
Xin su OndaRock
Recensioni

XIN

To Shock The Sky And Shake The Earth

(2018 - Subtext)
Il nuovo progetto di casa Subtext va a nutrire l'immaginario distopico dell'elettronica hi-tech

Xin on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.