Alanis Morissette

Such Pretty Forks In The Road

2020 (Epiphany Music) | pop

Negli anni 90 Alanis Morissette ha sparigliato il mondo del mainstream col celeberrimo "Jagged Little Pill" (1995), Lp che in quella scena ovattata ha portato una certa carica vitale e una voce per nulla convenzionale, ottenendo - proprio per questo - una meritata quanto inattesa affermazione. Il successo degli anni 90 è anche in parte dovuto a quell'aria di ragazzina bella e indifesa nei confronti delle difficoltà della vita (i rapporti con gli uomini, i problemi tipici di una qualunque ventenne della sua generazione) che ha certamente creato un'istintiva empatia dell'ascoltatore nei suoi confronti. Oggi Alanis Morissette non è più la ventenne degli esordi, ma una quarantaseienne matura con una vita piena di contraddizioni, che nonostante i vari tentativi non è mai riuscita a ripetere il clamoroso miracolo del 1995.

Oggi la cantautrice canadese cerca di rigiocare le stesse carte mettendosi nuovamente a nudo, passando da adolescente problematica a madre borghese apprensiva, parlando di temi personali aggiornati alla sua età, quali depressione post-partum, alcolismo, rapporti madre-figlio. Da questa fase della vita nasce "Such Pretty Forks In The Road", nuovo percorso psicologico che - per quanto non tocchi apici di poesia - potrebbe essere una boccata d'ossigeno nel mondo patinato del mainstream. La musica, invece, è già sentita mille volte, una ripetizione di un formato canzone pop che evita le goffaggini e le spudorate falsità delle classiche popstar sfonda-classifica, ma che resta sempre convenzionale, pur puntando molto sulle piccole vicende quotidiane della vita reale, quindi mantenendo almeno un aspetto di sincerità quasi sempre sconosciuto nel mondo del pop da tv.

È indubbio che brani come "Smiling" puntino al sound degli anni 90, con una voce ancora meritevole di lodi, sofferente tentativo di sorridere nonostante tutto. Altri, come la hit "Reasons I Drink", diventano interessanti sedute di psicoanalisi, oltre che - in questo caso - l'unico episodio che si allontana parzialmente dal consueto pop à-la Morissette. Per il resto tante ballad melodiche e zuccherose, a volte stucchevoli, a volte piacevoli, che confermano Alanis come una sorta di anomalia nel mondo del mainstream, ma che di certo non sono destinate a cambiare il mondo della musica pop.

(06/09/2020)

  • Tracklist
  1. Smiling
  2. Ablaze
  3. Reasons I Drink
  4. Diagnosis
  5. Missing The Miracle
  6. Losing The Plot
  7. Reckoning
  8. Sandbox Love
  9. Her
  10. Nemesis
  11. Pedestal




Alanis Morissette su OndaRock
Recensioni

ALANIS MORISSETTE

Havoc And Bright Lights

(2012 - Collective Sounds)
L'ex-icona femminista torna dopo quattro anni di silenzio

ALANIS MORISSETTE

Jagged Little Pill Acoustic

(2005 - Maverick)
La celebrazione in chiave acustica del pił grande successo commerciale della cantautrice canadese

News
Alanis Morissette on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.