All My Faith Lost

Decade

2009 (Final Muzik) | ethereal-dark

A celebrare i primi dieci anni d'attività del duo di All My Faith Lost arriva questo "Decade" che, per l'occasione, approda alla corte dell'ottima Final Muzik di Gianfranco Santoro e che trova in veste di produttore Peter Andersson, già mente di Raison D'Etre nonchè punta di diamante della blasonata ColdMeat Industry, etichetta a cui i nostri hanno affidato i precedenti lavori "The Hours" e "As You're Vanishing in Silence".

Una rapida scorsa a questi dieci anni d'attività rivelano come il duo, guidato da Viola Roccagli e Federico Salvador, sia stato in grado di imporsi, fin dall'esordio datato 2000, all'interno del panorama gotico-etereo internazionale per un livello di perizia, classe e carisma che mai ha avuto nulla da invidiare a pluriosannati ensemble stranieri. Portatori nel corso di questi anni di una ricetta musicale sostanzialmente invariata nel tempo per quanto riguarda modi e soluzioni, gli All My Faith Lost hanno sviluppato le loro sonorità eteree catatterizzandole con un profondo charme evocativo, reso possibile dal dipanarsi di tenui inviluppi acustici, intarsi che di volta in volta creano la sospensione perfetta su cui si staglia, algida e siderea, la splendida voce di Viola Roccagli.

E non tradisce le attese nemmeno questo "Decade", mini-album composto da 9 frammenti sonori che si sviluppano nel breve volgere di una trentina di minuti. Tra gli episodi migliori, è necessario citare senz'altro il trittico "Drowning"-"Land's End"-"Damnation" in cui si innalza, delicata e malinconicamente struggente, la voce della Roccagli, a far da contrappunto a un tappeto sonoro costruito principalmente dal solo accompagnamento della chitarra acustica a cui si sommano fugaci apparizioni di archi e pianoforte.

A fare da raccordo tra le diverse canzoni che compongono questo lavoro troviamo brevi inserti prettamente strumentali, "Ancora" e "Angelike pt. III" , capaci di creare quell'atmosfera di pathos drammaticamente irrisolto che trova soluzione in corso d'opera. Una release, questa, capace inoltre di incorporare amare missive, affidate a notturni minimalismi al pianoforte - "Apart" - e che trova requie nei chiaroscuri dipinti dalla sei corde di "Angelike pt. II". 
Un graditissimo lavoro che, nella sua brevità, celebra il ritorno di un grande nome del patrimonio gotico nostrano e internazionale.

(13/01/2010)

  • Tracklist
  1. Drowning
  2. Ancora
  3. Land's End
  4. Angelike Pt III
  5. Damnation
  6. Apart
  7. Still
  8. Caligo
  9. Angelike Pt II

All My Faith Lost su OndaRock
Recensioni

ALL MY FAITH LOST

The Hours

(2007 - Cold Meat Industry / Projekt)
Sound dilatato e orizzonti acustici per il duo friulano

ALL MY FAITH LOST

As You're Vanishing In Silence

(2005 - Cold Meat Industry)
Debutto su Cold Meat per il progetto gothic-folk di Federico Salvador

All My Faith Lost on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.