Poor Moon

Illusion

2012 (Sub Pop) | psychedelic folk-pop

A quanto pare tira aria pesante, in casa Fleet Foxes. Dopo l'abbandono della band da parte di Josh Tillman - che a breve pubblicherà un altro disco solista, questa volta sotto lo pseudonimo di Father John Misty - anche Christian Wargo e Casey Wescott, rispettivamente bassista e tastierista nelle "volpi" di Seattle, si ritrovano, per ora part-time, in questo nuovo supergruppo targato Sub Pop.
"Supergruppo" per modo di dire, dato che gli altri due componenti sono i ben meno noti fratelli Murray dei Christmas Cards, che Wargo e Wescott conoscevano dai tempi in cui i due ancora componevano i Crystal Skulls, prima di confluire nella band a cui facevano da supporto, i Fleet Foxes appunto. Iniziato come progetto a distanza, i Poor Moon hanno deciso di presentarsi al pubblico dopo qualche data locale, nel Pacific North-West.

Il risultato è un Ep di cinque brani che, una volta digerita l'impressione di trovarsi di fronte a un side B dei Fleet Foxes, si rivela per quello che è: un buon lavoro che ripropone gli stessi generi percorsi dai fratelli maggiori, con un'impronta meno straripante, in particolare in assenza della vocalità di Robin Pecknold (il che potrebbe portare loro nuovi fan, non solo diminuirli).
Il simpatico numero alla Association di "People In Her Mind" è quello che meglio permette ai Poor Moon di definire i contorni della loro proposta, pur rimandando, nello stile, agli ultimi Real Estate. Tracce Woodsist sono infatti disseminate per "Illusion", ad esempio nelle movenze sfuggenti di "Once Before".

È nelle armonizzazioni alla Simon And Garfunkel di "Widow" che, pur gradevolmente, i Nostri ammiccano alle ambientazioni bucoliche, alle favole biologiche di Pecknold e soci, così come nello stornello solitario, sognante della title track.
Ma è anche nella natura illusoria di "Anyplace" e delle altre canzoni la bellezza di questo lavoro, nel suo carattere onirico, nel suo minimalismo espressivo. Aldilà delle scelte stilistiche, forse obbligate dopo una vita passata a navigare in queste acque, il tutto rende la possibile carriera dei Poor Moon qualcosa di più di un sogno a occhi aperti.

(21/03/2012)



  • Tracklist
  1. Illusion
  2. Anyplace
  3. People In Her Mind
  4. Once Before
  5. Widow
Poor Moon su OndaRock
Recensioni

POOR MOON

Poor Moon

(2012 - Bella Union)
Tra minimalismo lirico e tracce di folk pastorale, l'esordio dei Poor Moon è finalmente una realtà ..

News
Poor Moon on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.