Sonic Youth

Battery Park, NYC: July 4, 2008

2019 (Matador) | noise-rock

L’archivio dei Sonic Youth è qualcosa di sconfinato: centinaia, forse migliaia di registrazioni, alcune delle quali stanno componendo un programma di pubblicazioni curato personalmente dai membri del gruppo. Materiale che ripercorre l’intera parabola artistica della band newyorkese, una gioia per le orecchie di tutti coloro che non riescono a darsi pace per la loro disintegrazione, conseguenza della rottura del rapporto personale fra Thurston Moore e Kim Gordon.

Questa volta è stata recuperata la registrazione di un concerto gratuito che i Sonic Youth tennero nella loro città d’adozione, New York, il 4 luglio 2008, l’Indipendence Day, nello spazio verde del Battery Park. Dopo una diffusione carbonara - originariamente in regalo con il pre-order di “The Eternal” – la Matador concede ora uno spazio più ampio a questo live, suonato con l’aggiunta di Mark Ibold dei Pavement, che in quegli anni rivestì il ruolo di quinto membro della formazione.

L’ipnosi sonica di “She Is Not Alone”, la vivida energia di “Bull In The Heather”, “Hey Joni” e “100 %”, l’apocalittica cavalcata free noise “The Sprawl”, con Moore che scende a maltrattare la chitarra in mezzo al pubblico, e la deragliante “Silver Rocket” sono alcuni dei punti salienti di un’esibizione che non conosce momenti di stanca. Diversi i brani estratti da “Daydream Nation”, freschi di rappresentazione in sequenza nel tour celebrativo del 2007.

Tre anni più tardi, a ottobre del 2011, i Sonic Youth sarebbero finiti in stand-by a tempo indeterminato, senza però mai annunciare il definitivo scioglimento. Thurston, Lee Ranaldo e Steve Shelley hanno continuato a incrociare le proprie strade, mentre Kim si è divisa fra cervellotici progetti iper-sperimentali e la scrittura del discusso libro “Girl In A Band”. Il sogno di chi li ha amati in tutti questi anni è rivederli tutti assieme su un palco. Nel frattempo, attingere dai loro archivi consente di lasciare accesa quella fiamma, che illumina l’amore incondizionato nei confronti di una band davvero unica al mondo.

(02/07/2019)

  • Tracklist
  1. She Is Not Alone
  2. The Sprawl
  3. World Looks Red
  4. Jams Run Free
  5. Hey Joni
  6. Silver Rocket
  7. The Wonder
  8. Hyperstation
  9. Bull In The Heather
  10. 100 %
  11. Making The Nature Scene


Sonic Youth su OndaRock
Recensioni

SONIC YOUTH

Spinhead Sessions

(2016 - Goofin' Records)
Quaranta minuti di sperimentalismi strumentali dalle session di "Made In Usa"

SONIC YOUTH

Simon Werner A Disparu OST

(2011 - SYR)
I coniugi Moore da New York alla Croisette per la sonorizzazione della pellicola di Fabrice Gobert ..

SONIC YOUTH

The Eternal

(2009 - Matador)
Dopo gli esperimenti targati Syr, Moore e compagni si confrontano ancora con il proprio suono consolidato ..

SONIC YOUTH

Rather Ripped

(2006 - Geffen)
La svolta pop-rock degli straordinari creatori del noise-rock

SONIC YOUTH

The Destroyed Room

(2006 - Geffen)
I quattro alfieri del noise rock chiudono l'avventura Geffen con una raccolta di outtake e b-side

SONIC YOUTH

Sonic Nurse

(2004 - Geffen)

SONIC YOUTH

Murray Street

(2002 - Geffen)

SONIC YOUTH

Daydream Nation

(1988 - Blast First)
La nazione dei sogni dell'alternative-rock americano degli anni 90

News
Sonic Youth on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.