Fruit Bats

The Pet Parade

2021 (Merge) | folk-pop

Piacevole, gigione, talentuoso, Eric D. Johnson non è una figura rivoluzionaria né particolarmente innovativa della scena folk-pop americana. Ciò nonostante, la musica dei Fruit Bats è da sempre compagnia gradita quando si ha urgente bisogno di leggerezza, ma non di banalità. I segnali di rinascita dell’ispirazione, messi in evidenza dal primo album per la Merge (“Gold Past Life” 2019), hanno riacceso in parte le speranze per un ritorno del musicista ai fasti di “Tripper”.
Eric D. Johnson ha mantenuto la promessa, depistando in un primo momento i fan con una curiosa e intelligente rilettura dell’album degli Smashing Pumpkins “Siamese Dream”, successivamente come protagonista del one-off album dei Bonny Light Horseman (con Anaïs Mitchell e Josh Kaufman), quindi ridestando il progetto Fruit Bats.

Ed è proprio dall’amicizia e condivisione artistica con Josh Kaufman che nasce l’album più limpido ed empatico dei Fruit Bats (non è necessario stabilire se sia il migliore), registrato assemblando i vari contributi realizzati separatamente a causa della pandemia (i Josh Kaufman Players). “The Pet Parade” è senza dubbio la raccolta più rimarchevole e fluida, oltremodo stuzzicante quando Eric fa tesoro dell’esperienza con i Bonny Light Horseman, come nella sognante ballata country “Discovering” e nel folk-pop alla Dylan, con tanto di armonica in sottofondo, “All In One Go”.

Non solo i testi, ricchi di ricordi d’infanzia e di storie di animali domestici, profumano di semplicità: Eric D. Johnson prende a modello la schiettezza di Harry Nilsson (“Eagles Below Us”, “Holy Rose” ) e la spiritualità di Van Morrison (“Here For Now, For You”), sposandone le virtù migliori nei quasi sette minuti della title track. E’ comunque una bella conquista, per un musicista attivo da vent’anni, mettere a segno piccoli gioiellini folk-pop come “Cub Pilot” o una splendida ballata pianistica come “On The Avalon Stairs”, degna dei migliori Supertramp, e senza che ciò ne intacchi la bellezza ammaliante.

Forse i Fruit Bats non potranno mai aspirare all’acutezza dei Fleet Foxes né potranno ambire a essere i nuovi idoli dei fan del dream-pop, nonostante l’uno due di “The Balcony” e “Here For Now, For You”, ma fino a quando realizzeranno opere qualitativamente compatte come “The Pet Parade” e canzoni ricche di autentica passione come “Gullwing Doors” e “Complete”, sarà difficile ignorarne l’esistenza.

(06/05/2021)

  • Tracklist
  1. The Pet Parade
  2. Cub Pilot
  3. Discovering
  4. The Balcony
  5. Here For Now, For You
  6. On The Avalon Stairs
  7. Eagles Below Us
  8. Holy Rose
  9. All In One Go
  10. Gullwing Doors
  11. Complete




Fruit Bats su OndaRock
Recensioni

FRUIT BATS

Gold Past Life

(2019 - Merge)
La creatura di Eric D. Johnson alla ricerca di un nuovo inizio

FRUIT BATS

Absolute Loser

(2016 - Easy Sound)
La rinascita della band di Eric D. Johnson dopo una prematura dipartita

EDJ

EDJ

(2014 - Easy Sound)
Esordio avvolto nello sconforto per il padre-padrone dei Fruit Bats

FRUIT BATS

Tripper

(2011 - Sub Pop)
Quinto disco per la band di Eric Johnson, dedicato a un fantomatico "Tony il girovago"

FRUIT BATS

The Ruminant Band

(2009 - Sub Pop)
Quarto album trasparente e omeopatico per la compagine di Seattle

Fruit Bats on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.