Rodrigo Amarante

Drama

2021 (Polyvinyl) | mpb, songwriter

Rodrigo Amarante: quarantacinque anni il prossimo 6 settembre, una carriera segnata da numerosi riconoscimenti critici (premio come musicista al Prêmio Multishow de Música Brasileira, il brano “So Far” incluso tra le 50 canzoni dell’anno 2014 per la NPR), una militanza con diverse band (Los Hermanos, Little Joy, Orquestra imperial), collaborazioni importanti (Gal Costa, Norah Jones e Gilberto Gil) e un album solista, “Cavallo” (2013), accolto con entusiasmo da pubblico e stampa specializzata. Un successo che ha infine coinvolto l’intero scenario internazionale, grazie anche al brano “Tuyo”, sigla della serie Netflix “Narcos”, fino a lambire anche l’Italia, con un tour al seguito di Angel Olsen.

Nato a Rio De Janeiro, attualmente residente a Los Angeles, Rodrigo Amarante è un musicista in verità poco incline al fascino del successo (ha lasciato senza rimpianti i Los Hermanos, che riempivano gli stadi con una velocità impressionante), interessato più alla natura cosmopolita dell’arte e della musica. Autore dotato di un notevole lirismo e di un appassionante e malinconica duttilità armonica, Amarante dona a ogni brano, un alito vitale, un respiro che sprigiona una comunicatività che rende apparentemente semplici e familiari canzoni dall’architettura complessa e sapiente.

Il secondo disco solista, “Drama”, è un concept-album, una storia d’amore consumata sul palcoscenico, tra rivelazioni e inganni che offrono al musicista una versatilità tematica che si traduce in una altrettanto eclettica varietà stilistica. Affidata alla title track la funzione di sigla, con tanto di virtuali titoli di testa, e alle consunte note del pianoforte di “The End” lo scorrere dei titoli di coda, l’autore incornicia con sapidi arrangiamenti le restante canzoni, lasciandole libere di esternare sentimento e razionalità con modalità empatiche eppur introspettive.
“Drama” è un disco intenso e sognante, ritmicamente poliedrico, tra accenni di reggae che sottolineano un’atmosfera radiosa e solare (“Tango”), un incedere di bossa nova vellutato e tinto di un certo jazz retrò che profuma di nostalgia (“Tara”) ed esotismi funk che fluttuano su note di pop energico e raffinato quanto basta per smuovere anima e corpo, nonostante la non del tutto spensierata riflessione su vita e morte del testo (“Maré”).

Rodrigo Amarante conferma la predilezione dei musicisti brasiliani per la contaminazione e per la trasgressione di qualsiasi formula stilistica, incluso il venerato tropicalismo, peraltro saggiata con uno spirito DIY eretico: ha registrato quasi tutte le parti del disco da solo, suonando più di una decina di strumenti.
Innovativo senza essere rivoluzionario, musicalmente potente, nonché cesellato con un tocco artigianale degno di un perfezionista, il secondo album del musicista brasiliano è un’autentica delizia. Gli arrangiamenti sono ricchi di intuizioni, come il mirabile crescendo di “Tao” che ne scandisce l’evoluzione strumentale incurante dell’intensa spiritualità intrisa di angoscia e meditazione, o l’oscura e inquieta malinconia che avvolge gli accordi minori di chitarra di “I Can't Wait” al suono di clavicembali e sintetizzatori. 
La carezzevole reinvenzione della saudade con eleganti sonorità di fiati e archi di “Tanto” scorre come un groove che induce al riascolto, e sono altrettanto intense la liricità e la poesia quasi cinematica di “Sky Beneath”, un brano che detta le coordinate per il vortice di romanticismo ed eterea malinconia di “Eu Com Você” e l’originale bossa nova di “Um Milhão” che, tra ritmi esotici e orchestrazioni dal tono onirico, scorta con eleganza e classe l’album verso il finale.

Con “Drama” Rodrigo Amarante compie un deciso passo verso quel rinnovamento della musica brasiliana intrapreso con “Cavallo”, le lingue portoghese e inglese si alternano con una scioltezza avvincente, il racconto di una passione bruciata con fretta e con la consapevolezza della fragilità dei sentimenti è il canovaccio sul quale l’autore mette insieme tradizione e modernità. Il secondo album del musicista brasiliano è un'emblematica telenovela dai toni noir, un racconto di un artista che guarda al passato in cerca di un'ipotesi per il futuro.

(01/08/2021)

  • Tracklist
  1. Drama
  2. Maré
  3. Tango
  4. Tara
  5. Tanto
  6. I Can't Wait
  7. Tao
  8. Sky Beneath
  9. Eu Com Você
  10. Um Milhão
  11. The End






Rodrigo Amarante on web


Questo sito utilizza cookie tecnici (propri o di terze parti) per monitorare l'esperienza di navigazione degli utenti
Cliccando sul pulsante Continua si autorizza l'utilizzo dei cookie su questo sito. Clicca qui per avere ulteriori informazioni sui cookie.